Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perché l’alta pressione si è spinta così a nord?

Ci sono motivi particolari? Quanto perdurerà tale situazione?

Sotto la lente - 7 Aprile 2003, ore 11.54

Ancora una volta abbiamo assistito ad una spinta verso la Groenlandia e l’Islanda dell’anticiclone delle Azzorre, quella figura barica che generalmente in estate porta il caldo torrido ed il bel tempo sul Mediterraneo, mentre durante l’inverno normalmente rimane a “sonnecchiare” in pieno oceano Atlantico. Anche in questa occasione il motivo di tale fenomeno va ricercato lontano da noi, nel cuore del continente nord-americano; circa 10giorni fa infatti la corrente a getto polare aveva cominciato ad ondulare fortemente fra il Canada e la Florida, generando irruzioni di aria fredda in loco e risalite di masse d’aria subtropicale sull’Atlantico occidentale. Tali avvezioni miti hanno rinvigorito gradualmente l’anticiclone atlantico spingendolo a risalire dove l’aria subtropicale aveva intenzione di dirigersi, ossia in prossimità dell’artico. Una volta arrivato fra i ghiacci ha trovato masse fredde ed instabili ad attenderlo; queste ultime ne hanno allora approfittato per scivolare verso sud sul suo bordo orientale investendo buona parte dell’Europa. Nel contempo l’anticiclone ne ha però approfittato per costruirsi una struttura termica che gli ha permesso di estendersi ulteriormente verso est, fin sulla Nuova Zemlya. Ormai però siamo in primavera e quindi ogni minimo contrasto provoca scambi di energia sempre più cospicui; di conseguenza a seguito della discesa fredda sull’Europa orientale, la depressione già presente sulla Russia si è evoluta ed è diventata molto più potente e stabile in posizione. Ciò impedirà nel prossimo futuro alle ampie nuove oscillazioni che si stanno creando nella corrente a getto polare di propagarsi fin sull’Europa, in quanto si troveranno davanti a sé un vero e proprio “muro” contro il quale dovranno desistere nel loro intento. Ecco che allora almeno per qualche giorno si riaprirà la strada a correnti d’alta quota più lineari e dirette prevalentemente da ovest verso est; pertanto c’è da aspettarsi un periodo di tempo più mite ed umido dell’attuale nella seconda parte della settimana corrente. Nei prossimi giorni vi forniremo i dettagli degli eventuali fenomeni che questo cambiamento porterà sulla Penisola.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.02: S03 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (diramazione per Pisa)

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Gello-Bivio Allacciamento Fi-Pi-Li per Livorno (Km. 58) e..…

h 22.01: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Firenze e Svincolo Per Livorno Centro (Km. 75,9) in entrambe le d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum