Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perché ci attendiamo un nuovo peggioramento nella prossima settimana?

Perché ci sarà un "passaggio di testimone" fra due differenti cicloni fra l'Europa centrale ed il Mediterraneo.

Sotto la lente - 16 Febbraio 2005, ore 11.35

L'Italia è attualmente interessata da un profondo e ben organizzato campo di bassa pressione centrato sul Tirreno meridionale, pochi chilometri al largo della costa campana; è del tutto normale quindi che temporali e forti acquazzoni interessino proprio questa zona, il Cilento, la Sicilia occidentale, il Canale d'Otranto e parte della Puglia. A nord del centro depressionario invece prevalgono nubi stratificate e venti freddi dai Balcani; tuttavia il passaggio delle correnti sul Mare Adriatico porta alla formazione di isolate nubi cumuliformi che, date le basse temperature, riescono a provocare improvvisi rovesci di neve su Marche ed Abruzzo, mentre sull'Appennino le nevicate sono più continue, anche se in generale di debole o moderata intensità. Ma come evolverà il tempo nei prossimi giorni? Il ciclone ci metterà un po' di tempo ad indebolirsi, difatti indicativamente fino a venerdì risentiremo del suo respiro freddo ed instabile; ma non è finita qui! Infatti la breve pausa di tempo più mite e tranquillo alla quale accennavamo pochi giorni fa, e che si sarebbe dovuta concretizzare nel prossimo fine settimana, sembra ormai ridotta a poche ore di timide schiarite, con aria ancora piuttosto fresca; ma già nel corso di sabato 19 una nuova intensa perturbazione accompagnata da aria artica marittima (molto instabile) farà il suo ingresso nel Mediterraneo, portando entro la serata acquazzoni e temporali su molte delle regioni tirreniche, con neve fino in collina su alcune zone (ma per i dettagli vi rimandiamo ai prossimi articoli). Ed il nord? Dovrà probabilmente attendere lunedì, o al più martedì, ma nuovi impulsi di aria fredda "promettono" in qualche modo di investire l'Italia, andando ad alimentare il nuovo ciclone che si formerà fra l'Europa centrale e la Francia, e portando quindi alcune piogge o nevicate ANCHE nelle zone che da alcuni mesi a questa parte ne hanno ricevute di meno. Quella descritta è una ipotesi da confermare, ma al momento sembra la più accreditabile.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.53: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

h 16.53: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Nervi (Km. 11,5) e Allacciamento A7 Mila..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum