Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuova fase FREDDA entro la prima decade del mese!

Si prospetta una nuova fase prettamente invernale tra il 5 e il 10 nevembre con freddo al nord e nevicate sino a quote molto basse al centro. Tutti i dettagli nell'articolo...

Sotto la lente - 26 Ottobre 2007, ore 11.34

Finalmente un autunno con la A maiuscola! Si certo, le vecchie e care perturbazioni atlantiche continuano a latitare, con il flusso zonale relegato a latitudini polari, ma a quanto pare la "falla barica italica" sembra in grado di colmare in parte il deficit idrico nazionale sfornando fasi perturbate a ripetizione. Dopo la parentesi invernale dei giorni scorsi con valori termici ampiamente sotto le medie del periodo e le nevicate localmente abbondanti sino a quote basse, uno sbilanciamento dell'area depressonaria verso le Baleari e l'Iberia sta provocando la risalita di masse d'aria mite in quota, determinando un generale aumento delle temperature, in particolare al sud e sull'area tirrenica, dove non si escludono entro il week-end valori massimi prossimi ai 23-26°C. Entro gli ultimi giorni del mese, una saccatura in transito sull'Europa centrale, potrebbe provocare un nuovo peggioramento sull'Italia, specie sulle le regioni centrali e alto versante adriatico. Valori termici in calo al nord, in particolare sul settore alpino, mentre al centro-sud le temperature dovrebbero mantenersi su valori ancora miti. A seguire l'Anticiclone delle Azzorre potrebbe spingere i suoi tentacoli verso le regioni centrali europee, determinando una pausa relativamente stabile attesa per il Ponte di Ognissanti, ma il tentativo di conquistare l'area mediterranea potrebbe non andare a buon fine. Dalle ultime proiezioni dei modelli l'Anticiclone delle Azzorre potrebbe presto ritirarsi in aperto Atlantico, sino a collocarsi ad ovest delle Isole Britanniche, favorendo la discesa di masse d'aria piuttosto fredda sul suo bordo orientale, prima in direzione dei Balcani e in un secondo tempo con traiettoria più meridiana, proprio verso le nostre regioni alpine. Dal grafico ensamble infatti, si nota un possibile nuovo calo termico a partire dal 5 novembre con precipitazioni importanti tra il giorno 6 e 7, specie al centro-sud. Molto freddo al nord e sulle regioni adriatiche con una -5°C a 850hPa sino ad una -10°C sulle estreme regioni nord-orientali, dove non si escludono deboli precipitazioni nevose sino al suolo. L'aria fredda potrebbe persistere almeno per tutta la prima decade di novembre determinando estese gelate al nord e nevicate sino a quote molto basse al centro. Per saperne di più seguite i prossimi aggiornamenti!

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.00: A4 Raccordo Sistiana-Trieste

blocco incidente

Tratto chiuso causa ripristino incidente, incidente che coinvolge mezzi pesanti nel tratto compreso..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum