Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Maltempo in Svizzera ed Austria: come mai così tanta pioggia?

La configurazione assunta dalla circolazione atmosferica è stata determinante.

Sotto la lente - 24 Agosto 2005, ore 14.25

Un vero disastro quello che si va lentamente concretizzando sull'Europa centrale, con danni ingentissimi e disagi notevoli su tutta l'area compresa fra Svizzera, Austria e Germania. Allagamenti, straripamenti, vere e proprie mini-alluvioni stanno portando una situazione simile a quella che si concretizzò nell'agosto del 2002, quando ad esempio Berna fu sommersa dall'acqua dei fiumi. A cosa è stato dovuto questo episodio così cruento? Basta andare indietro di pochi giorni per ricordarsi della perturbazione che ha investito l'Italia alla fine della settimana scorsa; ebbene, lo stesso corpo nuvoloso, bloccato ad est dall'alta pressione, una volta giunto sull'Europa centrale si è praticamente fermato, e non si è più mosso dalla zona per almeno 36-48 ore. Se pensiamo che il sistema frontale era accompagnato da aria molto instabile e fredda in quota, possiamo capire che le stesse zone sono state colpite ripetutamente da temporali frequenti, talvolta anche di forte intensità. Il fattore che però è risultato determinante ai fini dello straripamento dei fiumi riguarda la direttrice dei venti in quota; infatti, data la posizione della perturbazione, sul versante estero delle Alpi per decine di ore hanno imperversato venti fortemente instabili da nord e nord-est, con temporali che si sono alternati a piogge più moderate ma continue. Questo non ha fatto altro che gonfiare fiumi e fiumiciattoli, oltre che dissestare il terreno praticamente secco dopo mesi di siccità, riversando una enorme quantità di acqua verso i fiumi più grandi e le vallate. Adesso in Baviera è allarme per l'onda di piena, attesa nella serata odierna. C'è inoltre da sperare che Slovacchia e Romania non debbano vivere (come sembra) situazioni simili a quella alpina, altrimenti il Danubio potrebbe portare distruzione su aree vastissime prima di arrivare alla foce sul Mar Nero, rischiando di seminare morte e danni incalcolabili.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum