Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Luglio potrebbe finire senza ondate di caldo importanti

Tra il 17 e il 24 del mese tempo discreto ma con spunti temporaleschi frequenti nelle ore pomeridiane e a ridosso dei monti, in un contesto climatico nella norma del periodo. Tra il 25 e il 26 luglio possibile (probabilità 45%) aumento temporaneo delle temperature. Ecco i primi particolari.

Sotto la lente - 15 Luglio 2013, ore 10.45

Luglio si conferma mese equilibrato, in linea sia con le proiezioni che a suo tempo vi avevamo fornito, sia con l'andamento medio stagionale che la statistica climatica prevede per il nostro Paese. Fino a quando durerà questa "normalità"?

A detta delle proiezioni probabilistiche pare possibile che il mese si concluda senza grossi strappi. Anche in questo caso ve lo avevamo anticipato a suo tempo  .

Tutto merito quini dell'anticiclone delle Azzorre che, per quanto defilato e non in posizione classica da manuale, riesce comunque  adare un'impronta ragionevole a questa stagione estiva 2013, oltretutto riuscendo egregiamente a tenere lontano le ingerenze roventi della figura nord-africana.

Tra il 17 e il 24 luglio dunque tempo buono o discreto su gran parte dell'Italia, dove tuttavia i settori peninsulari, verranno raggiunti a più riprese da refoli di aria fresca, soprattutto alle quote superiori. Questi pacchetti freschi riusciranno comunque a trovare la via verso il basso innestandosi nei temporali che man mano potranno svilupparsi a spasso per l'Italia, soprattutto durante le ore pomeridiane e serali.

Un quadro già visto ripetutamente nel corso di questi ultimi giorni.

Ecco di conseguenza il profilo termico che rimane attinente alle medie del periodo. Solo una possibile via verso due giorni di caldo più intenso sembra profilarsi a parere di alcuni scenari probabilistici tra il 25 e il 26 luglio. Il tutto per l'affondo di una piccola ansa depressionaria sulla regione iberica che potrebbe proiettare verso le nostre Isole Maggiori e al sud alcuni refoli di aria nord-africana.

Un'evenienza al momento da tenere in considerazione ma alla fin fine non probabile più del 45%. Occorrerà intanto tenersi al corrente dell'evoluzione in tempo relae del caldo sull'Italia tramite le nostre mappe esclusive meteolive.leonardo.it/speciali/MAPPE/73/Indice-di-disagio-estivo/33057/, poi aggiornarsi e tornare sulla questione nel corso dei prossimi approfondimenti.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum