Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le temperature del Mediterraneo scendono, ecco le possibili conseguenze

Le temperature dei bacini intorno all'Italia, secondo le rilevazioni satellitari rielaborate dalla NOAA, sarebbero addirittura finite sotto le medie di riferimento stagionale.

Sotto la lente - 28 Ottobre 2011, ore 09.46

 E' un vero colpo di scena. Ricordate quell'anticiclone che si era piazzato sulla porta occidentale dell'Europa precludendo l'ingresso sull'Europa e sul Mediterraneo delle piovose perturbazioni autunnali? Ebbene oggi, a soli 10 giorni di distanza, tutto il disegno delle anomalie termiche dei nostri mari si è sensibilimente modificato.

Secondo le rilevazioni satellitari e le conseguenti elaborazioni, come quella che vi abbiamo allegato in figura, l'anomalia termica positiva sul vicino Atlantico e sui settori più occidentali del Mare Nostrum si sta velocemente assorbendo. Il Mediterraneo centrale, che include anche i nostri bacini, sembra addirittura finito con acque più fredde della norma. Cosa significa?

Anzitutto il dato smentisce tutti coloro che hanno addebitato alle elevate temperature dei nostri mari le cause principali delle recenti alluvioni italiane. In realtà, come abbiamo già ampiamente descritto nei nostri articoli http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Alluvione-nello-Spezzino-ecco-le-cause/34784/, sono stati i flussi caldo-umidi provenienti dal nord Africa (leggi Warm Conveyor Belt qui descritte http://meteolive.leonardo.it/news/MeteoLive-school/18/La-pioggia-che-fa-paura-ecco-da-dove-arriva/34804/) a fornire il super carburante per gli eventi di forte maltempo subiti da diverse regioni italiane e non le temperature superficiali del Mediterraneo.

In seconda istanza, il cedimento delle anomalie positive alle porte del Mediterraneo tende a facilitare lo sfondamento delle storm tracks, ossia della linea di transito delle perturbazioni, verso l'Europa e l'Italia. Sia bene inteso, stiamo parlando solo di un elemento. Chiaramente la modifica della circolazione generale si affida allo sviluppo delle vorticità alle quote superiori, a loro volta demandate all'involvere delle Correnti a Getto e vede nelle SST, ovvero nelle anomalie superficiali dei mari, solo una delle eventuali forzanti.

Come vedete si tratta di una modifica sostanziale nella circolazione, che ha visto la costruzione di un nuovo equilibrio, più consono al periodo autunnale, costellato di perturbazioni in transito e temperature che oscillano di conseguenza, senza tuttavia discostarsi molto dai valori medi stagionali.

Volevamo l'autunno? Eccolo... nel bene e nel male. 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum