Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La perturbazione di mercoledì: arriverà la neve in montagna?

Sensibile calo delle temperature all'arrivo della perturbazione che porterà con sè un nucleo di aria fredda dal nord dell'Atlantico. Potranno pertanto comparire spruzzate di neve qua e là lungo l'arco alpino. Ecco qualche particolare in più.

Sotto la lente - 18 Settembre 2012, ore 12.35

 Settembre inoltrato ci porta a passi lunghi e ben distesi verso l'autunno. La circolazione generale ha già modificato le sue evoluzioni, così quando le perturbazioni che ci raggiungono affondano le loro radici originare entro masse d'aria di derivazione prossima al Circolo Polare, sono potenzialmente votate a portare la prima neve sulle nostre montagne.

Eccoci dunque alla perturbazione attesa mercoledì 19, la quale sssume esattamente queste caratteristiche. Le precipitazioni che vi si accompagneranno potranno effettivamente assumere carattere nevoso lungo l'arco alpino, in particolare nella seconda metà del passaggio dei fenomeni.

Il calo più sensibile del limite nevoso si avvertirà lungo le linee di cresta e, naturalmente, sui versanti esteri. Qui già nel corso della mattinata i fiocchi caleranno fin verso i 1800 metri. Verranno interessati in particolare da spruzzate portate da nord i settori confinali dell'alta Valle d'Aosta, dell'alto Piemonte e dell'alta Lombardia. Qui però già entro mezzogiorno si avranno i primi rasserenamenti a partire da ovest.

Il tutto si sposterà poi verso il Triveneto dove inizialmente troveremo nevicate anche decise oltre i 2600 metri sulle Prealpi e sulle Alpi Giulie, 2200 metri su Dolomiti, Alto Adige e Carnia. Le quote neve sono poi destinate a calare fin verso i 1700-1800 metri lungo le creste confinali tra il comparto retico e quello altoatesino, ma si tratterà per lo più di spruzzate portate da nord a testimoniare l'allontanamento ormai prossimo della perturbazione e il successivo rapido miglioramento che seguirà.

E in Appennino? Qualche spruzzata di neve si potrà avere occasionalmente la notte  ela prima mattino di giovedì sulle cime più elevate dei Sibillini (oltre i 1900 metri) e del Gran Sasso (oltre i 2500 metri)


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum