Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La danza delle temperature: nuova scaldata tra giovedi e venerdi al sud?

L'affondo di un vortice canadese verso il Mediterraneo occidentale potrebbe agevolare tra tra venerdi 18 e sabato 19 aprile la risalita di un flusso caldo dal nord Africa verso le nostre regioni meridionali

Sotto la lente - 14 Aprile 2008, ore 11.11

L'altalena delle temperature dimostra senza tante difficili spiegazioni quanto siano presenti in questa fase della primavera gli scambi meridiani sul continente europeo. Lasciati da parte i blocchi anticiclonici fuori stagione e i flussi rettilinei ma sterili provenienti dall'Atlantico, il mese di parile che stiamo vivendo ci proietta entro una primavera molto simile a quelle che si vedevano 20 anni orsono. Il flussi perturbati scorrono lungo i meridiani e penetrano a corrente alternata anche sul bacino del Mediterraneo coinvolgendo maggiormente le nostre regioni settentrionali con nubi e piogge e quelle meridionali con risalite calde accompagnate talvolta da aspersione di sabbia desertica. Le carte a nostra disposizione sono piuttosto eloquenti e ci mostrano per la seconda parte della settimana appena iniziata uno scenario analogo a quanto già avvenuto nei giorni scorsi. Una depressione si infilerà sull'Europa occidentale. La sua notevole estensione le permetterà di abbracciare non solo i settori centro-occidentali del Vecchio Continente ma anche una buona porzione di deserto algerino, tunisino e libico. I venti aspirati dal grande centro depressionario scorreranno sul deserto sollevando con le classiche tempeste grandi quantità di sabbia la quale verrà sospinta con tutta probabilità verso le nostre regioni meridionali. Da notare che nel frattempo le temperature sulla vicina Tunisia raggiungeranno valori intorno a 34-35°C. Proprio sulle estreme propaggini meridionali dello Stivale scorrerà il letto teso delle calde correnti di diretta estrazione nord-africana. Tra venerdi e sabato prossimi ci potremo pertanto attendere una nuova impennata dei termometri con valori in qualche caso simil-estivi. Probabilmente impegnate dai nuovi bollori atmosferici la Sicilia e le zone interne della Puglia, laddove si sommerà l'effetto favonico indotto dai venti di caduta dall'Appennino Lucano. Non si dovrebbero raggiungere in ogni caso valori massimi superiori a 28-30°C.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum