Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'INVERNO a casa nostra a fine mese? Ipotesi e probabilità

L'analisi delle dinamiche stratosferiche, mostra una lenta affermazione dell'anticiclone aleutinico e una concomitante rotazione dell'asse del vortice polare, che si disporrà con un ramo secondario verso l'Europa centrale. Ciò depone per una fase climatica più fredda su tutta l'Italia nell'ultima settimana di gennaio, anche se non si prevedono particolari eccessi.

Sotto la lente - 16 Gennaio 2014, ore 11.53

 Rimane un freddo timido quello che attualmente sta tentando di guadagnare strada a piccoli passi verso il cuore dell'Europa, una difficoltà data dal contesto sinottico sfavorevole come è da inizio inverno. 

D'altra parte però ci sono alcune manovre interessanti che si stanno compiendo, a partire dalla circolazione dei bassi strati in successiva propagazione fino alla stratosfera. Un flusso di calore, infuso da un blocco anticiclonico sul Pacifico orientale, andrà a rinnovare "l'Alaska Ridge", il promontorio anticiclonico che si è prestato a fare da scivolo alle gelide correnti artiche verso il nord America.

Ora però la situazione va modificandosi, infatti lo spessore dell'onda calda andrà a rinforzare l'anticiclone delle Aleutine, causando quindi una nuova dislocazione del vortice polare stratosferico. L'asse maggiore della struttura, sempre a forma ovale, ruoterà in senso antiorario (vedi figura). Così facendo le vorticità canadesi finiranno per spostarsi verso l'Atlantico risultando più a tiro dell'Europa nell'ultima decade del mese.

Tornando verso i bassi strati notiamo che l'Europa dal canto suo, risponderà con un anticiclone termico già sviluppato sulla Russia, che contribuirà alla stesura di un canale depressionario dal nord Atlantico verso il cuore del Mediterraneo. Sull'Italia si rinnoveranno così sino a fine mese condizioni di tempo spesso perturbato ma con una marcia in più.

L'aria fredda prelevata dall'anticiclone russo-finlandese, finirà per essere risucchiata dalle perturbazioni atlantiche dirette verso il Mediterraneo, ponendo così in essere sul nostro Paese a condizioni favorevoli ad un periodo più freddo e a tratti anche nevoso attorno a fine mese. Attenzione non aspettiamoci chissà che gelo e chissà che neve. 

Prendiamo semplicemente atto che l'inverno avrà per quei giorni una nuova possibilità di affermarsi. In supporto di questa tesi abbiamo anche le risultanze delle analisi probabilistiche prelevate dai modeli deterministici, ancora molto incerti però nelle loro corse ufficiali. Non ci rimane che attendere di capire se il generale coglierà l'attimo.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum