Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Italia centrale nel mirino dei rovesci ma in serata tornerà il sereno

La perturbazione giunta lunedi sulle regioni settentrionali si arriccerà con la sua spirale nuvolosa su quelle centrali spingendosi fin sulle coste tirreniche del sud. In serata però il sereno che già campeggia sulla Sardegna inizierà a fare capolino regalando sprazzi di sole a partire dalla Toscana

Sotto la lente - 15 Aprile 2008, ore 09.44

Fronte freddo sulla nostra Penisola. La massa nuvolosa, sotto la spinta delle correnti nord-occidentali di origine polare marittima, sta pian piano liberando le regioni di nord-ovest. Il sereno si sta già impadronendo della Sardegna, sferzata da un forte maestrale, mentre la ritornante nuvolosa dovuta all'azione di disturbo indotta dalle Alpi e dallo stesso scorrimeno freddo sospingerà ora il corpo nuvoloso dal nord-est verso le regioni centrali. I venti da nord-ovest che costituiscono la linea guida della perturbazione addosseranno le nubi fin sulle regioni meridionali tirreniche. Anche in questo caso una catena di montagne, l'Appennino, determinerà dove e quanto pioverà. Le precipitazioni, principalmente sotto forma di acquazzone, sono attese anche in Campania e sulle coste tirreniche della Calabria. Le caratteristiche instabili della massa d'aria in arrivo si tradurranno in manifestazioni temporalesche, specie nel pomeriggio e nelle zone interne, anche a carico di regioni poste sottovento alle correnti portanti, come le Marche, l'Abruzzo, il Molise e il Salento. La neve potrà fare la sua comparsa sulle vette appenniniche ma potrà scendere coreograficamente talora fin sotto i 1200 metri sull'Appennino centrale e intorno ai 1400-1500 metri sui settori meridionali, soprattutto laddove l'aria fredda di rovescerà verso il suolo accompagnata da eventuali precipitazioni intense. Non si prevedono tuttavia accumuli importanti se non sulle vette appenniniche più elevate dei monti Sibillini, del Gran Sasso e della Majella. Entro sera i cieli inizieranno a sgombrarsi dalle nubi ad iniziare da ovest sotto la spinta di aria progressivamente più asciutta. I venti nord-occidentali agiteranno non poco i mari circostanti la Sardegna e il Tirreno. Le temperature sono previste in calo ovunque.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum