Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Isole Britanniche in autunno prolungato, perchè?

Mentre sul Mediterraneo il tempo continuerà ad essere dominato dal caldo respiro dell'anticiclone africano, sull'Europa occidentale e le isole Britanniche continuerà il periodo piovoso con temperature molto fresche. Quali sono le possibili ragioni di questa persistenza atmosferica?

Sotto la lente - 25 Luglio 2012, ore 18.00

Va guarendo rapidamente il breve "strappo" del tessuto anticiclonico avvenuto in questi giorni sul Mediterraneo. Le regioni del centro e del sud sono risultate esposte agli effetti di un cut off che, sprofondato di latitudine grazie ad una spinta ragalata dall'anticiclone delle Azzorre ha portato parecchi temporali a spasso per i mari italiani.

Questa breve fase di maltempo mediterraneo è stata inserita su un contesto a vasta scala che lascia poco spazio ai cambiamenti. L'estate 2012 infatti, si colloca in un pattern barico tipico, caratterizzato dalla persistenza di forte attività ciclonica principalmente indirizzata al nord-ovest europeo.

Questa pesante azione depressionaria che su questi settori insiste da parecchie settimane, è controbilanciata da una pressante azione anticiclonica che influenza dallo scorso giugno il tempo atmosferico di una buona fetta d'Italia.

Sorta di "cuore", fulcro ideale di questa forte attività ciclonica sul nord-ovest europeo, le isole britanniche stanno assistendo ad una estate particolarmente piovosa, tanto da portare alcune zone di questo Paese ad accumuli storici di pioggia per il periodo estivo! Questa condizione negli ultimi anni non è certo una novità.

Il regno unito anche nel 2009 e nel 2010 si è trovato a fare i conti con pesanti situazioni di maltempo, piogge estese e persistenti per più giorni, sino ad alcune settimane.

Da cosa potrebbe essere provocato l'accanimento di questi intensi regimi di bassa pressione anche nel pieno dell'estate?

Le anomalie oceaniche in tal senso potrebbero remare a favore di una tesi"ciclonica" con obbiettivo principale zone d'Europa come Germania, Francia, parte della penisola Iberica ma soprattutto Regno Unito.

Quali le possibili cause?

Se osserviamo la distribuzione delle anomalie positive e negative di temperatura oceanica attualmente presenti in Atlantico, ci accorgiamo della presenza di una vasta zona con temperature superficiali sopranorma posta ad alta latitudine. Le zone interessate da temperature marine sopranorma sono i mari attorno alla Groenlandia e l'isola Islanda.

Questo settore sopranorma è bilanciato da una zona termicamente sottomedia che è presente sul medio oceano Atlantico e che interessa anche le coste dell'Europa occidentale, comprese Francia e Regno Unito.

La presenza di questa zona termicamente sopranorma sta favorendo in queste settimane l'espansione dell'anticiclone delle Azzorre in una posizione che ha delle analogie con quelle invernali. Sono frequenti infatti, brevi "zampate" azzorriane, brevi incursioni dello stesso anticiclone che, spingendosi molto a nord attivano di sovente delle discese di aria fredda che inevitabilmente ricadono verso l'Europa occidentale.

Queste continue colate di aria fredda nord-atlantica garantiscono linfa vitale al mantenimento di condizioni instabili su diverse zone Europee.

L'Italia un pò ai limiti continuerà a sancire il confine tra l'aria arroventata africana e quella più fresca atlantica che a tratti porterà qualche episodio instabile solo al nord.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum