Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'Esperto: tempesta sui mari italiani, rara ma possibile

Nuovo appuntamento con uno degli esperti della Redazione di MeteoLive.it .

Sotto la lente - 13 Dicembre 2005, ore 12.20

Redazione: Fra pochi giorni il Foehn soffierà nuovamente intenso nelle vallate alpine piemontesi e lombarde. A cosa sarà dovuto? Catania: Per capirlo bisogna partire dalla Corrente a Getto, quella stretta fascia di venti d'alta quota che ondeggia come una corda a quote attorno agli 8-10 km. Fra venerdì e sabato questa sorta di frusta scenderà in picchiata dal Mare del Nord verso le Alpi, agganciando in qualche modo anche le masse d'aria sottostanti e costringendole a seguirla nel suo moto verso sud. Sul versante estero delle Alpi quindi arriveranno venti forti e freddi che impatteranno contro i crinali portando un fine settimana gelido e nevoso; i venti poi tenteranno di scavalcare le montagne, arrivando sulla Pianura Padana un po' meno freddi ma soprattutto secchi. L'effetto sarà evidente su Piemonte e Lombardia a causa del fatto che su queste due regioni i rilievi alpini sono mediamente più alti che altrove, e quindi l'aria in discesa dai crinali alpini ha più tempo per asciugarsi e scaldarsi. Redazione: Quindi su zone come (ad esempio) il Triveneto farà più freddo? Catania: Si, anzi dato il brusco cambiamento di massa d'aria venerdì potrebbero verificarsi anche brevi temporali accompagnati da precipitazioni di pezzi di ghiaccio (gragnola) sulla costa ma la cosa è da confermare; fra sabato e domenica sulle Dolomiti e la Carnia in particolare la temperatura scenderà di molti gradi e farà decisamente freddo. Redazione: Gli effetti del peggioramento sulle altre regioni? Catania: Difficile entrare adesso nel particolare, comunque con tutta probabilità la temperatura scenderà gradualmente su tutta Italia nel fine settimana; soffierà un forte Maestrale sulla Sardegna ed il Tirreno (in mare aperto), ci saranno piogge o nevicate in Appennino nella giornata di sabato su tutto il centro e su parte del sud, mentre domenica pioverà solo nel meridione. Redazione: Concentriamoci adesso sulla tempesta di vento e pioggia in atto sulla Sicilia ed i mari vicini: cosa sta succedendo? Catania: Questo è ciò che accade quando una massa di aria fredda e secca si insinua dalle coste algerine verso il cuore del deserto sahariano; la reazione è immediata, e si attivano venti da sud al confine con la Libia che trasportano aria secca verso lo Stretto di Sicilia, dove essa si arricchisce rapidamente di umidità e dà luogo a temporali che, con l'arrivo dell'aria fredda verso la Tunisia, contribuiscono a generare un brusco e deciso abbassamento della pressione, con la formazione (talvolta) di un vero e proprio ciclone con venti molto intensi. Redazione: E' da ritenersi un evento normale? Catania: Normale magari no, tuttavia non è rarissimo assistere a questi fenomeni, anche se solitamente se ne rimangono in mare aperto e non colpiscono le coste italiane; la cadenza media è di un ciclone violento ogni 2-3 anni, e la sua frequenza effettiva dipende soprattutto dalla temperatura del mare.

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum