Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'Esperto: L'inverno torna in carreggiata? Possibile GUASTO dopo il 20 gennaio!

Consueta chiacchierata con Luca Savorani.

Sotto la lente - 12 Gennaio 2007, ore 10.55

REDAZIONE: Allora Savorani, arriva un pò di freddo o continua questo incredibile trend quasi primaverile? SAVORANI: Per i prossimi giorni la situazione non dovrebbe cambiare di molto con temperature in lieve flessione ma con valori sempre piuttosto miti per il periodo specie in quota. Dopo il flusso settentrionale che sta attualmente interessando la nostra Penisola, è attesa a partire dal fine settimana un rotazione delle correnti con venti umidi provenienti dai quadranti meridionali che determineranno un aumento della nuvolosità al nord e sul settore tirrenico con possibili deboli piogge su Liguria, Toscana, bassa pianura piemontese e lombarda. REDAZIONE: Come si prospetta il tempo per la prossima settimana? SAVORANI: All'inizio della prossima settimana l'anticiclone mediterraneo verrà alimentato da nuove correnti calde di matrice sub-tropicale mentre lievi infiltrazioni atlantiche mineranno il suo bordo nord-occidentale deviando il flusso mite verso una direttrice est, nord-est. E' atteso quindi un moderato aumento della pressione in area mediterranea e sul settore balcanico ma tuttavia, merito di deboli infiltrazioni di correnti atlantiche, non mancheranno annuvolamenti al nord e piogge al centro-sud. REDAZIONE: Quindi la stagione proseguirà senza grandi scossoni o si prospetta un sostanziale cambiamento entro la terza decade del mese? SAVORANI: Dalle ultime nostre proiezioni, all'inizio della terza decade del mese l'inverno sembra mostrare le unghie, e appare capace di scrollarsi di dosso il pesante fardello anticiclonico. Tra il 20 e il 21 gennaio un profondo vortice depressionario centrato sulle Isole Britanniche potrebbe convogliare sulla nostra Penisola un fronte perturbato capace di lacerare il tessuto anticiclonico, determinando un corposo PEGGIORAMENTO del tempo che potrebbe coinvolgere prima le regioni nord-occidentali e l'alto versante tirrenico per poi propagarsi sul nord-est e sulle restanti regioni centrali; fenomeni più attenuati sul meridione. Attese per domenica 21 gennaio ABBONDANTI NEVICATE sulle Alpi sopra i 1000m, in calo con il passare delle ore sino sui 600m; limite sopra i 1300m sull'Appennino centrale in calo dalla serata sin sopra i 900m. Ovviamente si tratta di previsioni a lungo termine e quindi soggette a possibili aggiustamenti, ma le prospettive per un serio cambiamento sono tutt'altro che remote!

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum