Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'esperto: L'agonia di Katrina e le belle giornate su gran parte d'Italia

Facciamo una breve chiacchierata con il nostro Redattore.

Sotto la lente - 30 Agosto 2005, ore 11.41

REDAZIONE: Veramente un gran disastro quello portato a New Orleans e nella Louisiana dall'uragano Katrina. Eventi del genere sono del tutto eccezionali o si possono verificare normalmente? L. CATANIA: Gli uragani nel Golfo del Messico si scatenano ogni anno, solo che difficilmente raggiungono un grado così alto nella scala d'intensità; inoltre i cicloni che raggiungono le coste sono solamente una parte di quelli che si generano, e solitamente non raggiungono zone a concentrazione urbana così alta, provocando danni inferiori a livello economico. REDAZIONE: Che fine ha fatto adesso il ciclone? L. CATANIA: Non è più sull'Oceano, ma sulla terraferma. Venendo a mancare il combustibile (distese di acqua a temperature elevate) si sta esaurendo rapidamente; i venti si indeboliscono, e le piogge si ridistribuiscono in celle temporalesche sparse; in questa fase aumenta però il rischio di locali trombe d'aria, con danni comunque limitati a fasce territoriali strette. REDAZIONE: Ma parliamo un po' anche dell'Italia. I temporali insistono qua e là nel sud Italia, mentre sulle altre regioni splende il sole. C'è la speranza che il sereno torni ovunque nei prossimi giorni? L. CATANIA: Qualche temporale insisterà ancora nel meridione, ma lentamente tenderà a concentrarsi su regioni limitate (Appennino Campano, Cilento, Lucania in primis) e nelle ore pomeridiane; sul resto d'Italia l'alta pressione porterà tempo buono almeno fino a sabato, con pochi disturbi. In seguito il tempo potrebbe peggiorare a causa di una perturbazione organizzata, ma è ancora presto per definire nel dettaglio questa previsione. REDAZIONE: Insomma, l'autunno si avvicina inesorabilmente ... L. CATANIA: Beh, il sole si abbassa sempre più sull'orizzonte, ed il Polo comincia a raffreddarsi; sotto questo punto di vista l'avanzare della stagione è davvero inevitabile. Se però ci accontentiamo di un bel sole per qualche giorno, con temperature miti che ci permettono di andare fuori casa in pantaloncini e ciabatte infradito allora le occasioni non mancheranno anche nel mese di settembre, come è sempre successo e sempre accadrà. Sinceramente sbilanciarsi ulteriormente è molto difficile. REDAZIONE: Facendo una considerazione più generalizzata sul clima italiano, secondo Lei la vegetazione ha risentito maggiormente della scarsità di piogge fra giugno e luglio o dell'abbondanza di situazioni instabili di agosto? L. CATANIA: Ha sicuramente risentito di entrambi le situazioni, solo che la siccità estiva di giugno e luglio è sicuramente più vicina alla normalità dell'abbondanza di temporali di agosto riscontrata sulla maggioranza del territorio italiano. Diciamo che le piante e gli alberi in generale potrebbero essersi trovati un po' "spiazzati" da questa situazione, e non essere riusciti ad assorbire al meglio la pioggia caduta nelle ultime settimane; comunque quel poco che hanno acquisito può venire utile in caso di eventuale prolungata assenza di piogge durante la prima parte della stagione autunnale.

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum