Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'esperto: caldo insidiato dai temporali

Prima chiacchierata settimanale con Simone Maio, esperto previsore e redattore. Sul tavolo le prime mosse dell'estate ostacolate dall'instabilità portata da venti atlantici più freschi.

Sotto la lente - 31 Maggio 2005, ore 12.03

Redazione: ALLA FINE DI MAGGIO ABBIAMO SUBITO IL PRIMO ASSALTO DELL'ANTICICLONE AFRICANO, COSA VUOL DIRE? MAIO: L'aria calda in arrivo dal nord Africa unita al soleggiamento ha picchiato duro sulla Valpadana e sulle regioni centrali dove i termometri hanno raggiunto per la prima volta anche i 34°C. Meno caldo invece al sud, che ha in parte beneficiato di deboli correnti settentrionali. Con la prima afa di stagione, peraltro annunciata, si sono subito manifestate la tendenza al dramma a tutti i costi e le previsioni apocalittiche fatte da presunti esperti. È vero che l'alta pressione subtropicale ha tentato un primo aggancio col Mediterraneo centrale ma nulla si può dire su quella che sarà la tendenza stagionale dell'estate. Intanto sta per arrivare una sequenza temporalesca che fa saltare già i piani di chi aveva sparato il caldo insopportabile almeno fino al 10-12 giugno. Redazione: COSA LA DETERMINERA', DOVE COLPIRANNO I TEMPORALI? MAIO: Il passaggio di una blanda perturbazione sta per richiamare correnti settentrionali con un po' di Bora su Triveneto, Valpadana e regioni adriatiche. Il contrasto con la massa d'aria più calda e umida preesistente determinerà dei temporali in serata al nord e nella giornata di domani al centro-sud, coste tirreniche e Isole escluse. Redazione: LE TEMPERATURE DIMINUIRANNO? MAIO: Sarà il secondo effetto dei venti da nord in arrivo. Dopo le precipitazioni arriverà anche il calo termico ma il beneficio maggiore sarà dato dalla diminuzione del tasso d'umidità. Redazione: IN SEGUITO RITORNERA' IL CALDO? MAIO: L'instabilità ci terrà compagnia fino a giovedì, poi l'alta pressione tenterà di nuovo di impossessarsi del Mediterraneo, ma già dopo pochi giorni, con l'inizio della seconda decade del mese, i venti atlantici tenderanno a scendere nuovamente di latitudine. Al momento sembra scongiurato il ripetersi del caldo degli ultimi giorni. Redazione: UNA CURIOSITA': CHE COSA RENDE ANCORA IMPRATICABILI LE PREVISIONI STAGIONALI? MAIO: Vorrei rispondere con un breve esempio. Se sommiamo tra di loro molti numeri e durante una delle addizioni commettiamo un piccolo errore, il risultato finale sarà di poco diverso da quello esatto. Nelle previsioni del tempo, basate su complicate equazioni fisico-matematiche e innumerevoli calcoli, un piccolo errore in partenza si accresce esponenzialmente col passare dei giorni e nei run di elaborazione più distanti nel tempo. I dati di partenza sono per forza di cose incompleti perché basati su una sorta di griglia formata dalle varie stazioni meteorologiche, dai punti di rilevazioni dati, dalle navi oceanografiche, dai palloni sonda, dai radar ecc... Questa griglia, per quanto raffinata non riuscirà mai a tenere perfettamente traccia di tutti i dati in tutti i punti dei territori. Di qui la bassa affidabilità sulle previsioni oltre il 5°-6° giorno e la necessità di continui aggiornamenti e aggiustamenti di rotta.

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum