Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

In attesa dell'inverno: quanta neve è caduta finora sui Paesi del grande nord?

L'analisi della copertura nevosa continentale sull'emisfero ci dà buone indicazioni rispetto alla collocazione delle masse d'aria fredda e alla loro possibile futura traiettoria.

Sotto la lente - 8 Novembre 2012, ore 09.00

 In tempi come questi, tempi di global warming conclamato, constatare una copertura nevosa al di sopra delle righe, anche se di poco (+0,65%), fa tirare un sospiro di sollievo. Allora riesce ancora a nevicare a questo mondo!

Calandoci in panni più scientifici, il dato rilevato dai satelliti è quello di una copertura nevosa leggermente superiore alla norma, almeno rispetto alla media calcolata tra il 1995 e il 2009, sul Canada nord-orientale ma anche sulla Cina occidentale. Perfettamente in linea la Groenlandia, spesso oggetto di studio climatico per la sua posizione al limite della banchisa glaciale artica, ma anche la Siberia e l'Alaska.

Copertura nevosa un po' scarsa invece sul Canada nord-occidentale e, udite udite, sull'Europa.

A cosa serve conoscere questi dati? Naturalmente per prendere visione di quali masse d'aria si vanno fomando sulle vaste distese continentali in vista del prossimo inverno. Laddove la copertura nevosa è abbondante si formeranno masse d'aria fredda che, sotto la spinta di opportune condizioni sinottiche, potranno a suo tempo diventare protagoniste anche del clima i casa nostra nel bel mezzo dell'inverno.

Attualizzando il discorso possiamo dire che nulla al momento depone per un inverno anomalo. Il tutto si giocherà quindi a livello atmosferico, osservando soprattutto le mosse del vortice polare (per un approfondimento in merito consigliamo questa lettura http://meteolive.leonardo.it/news/MeteoLive-school/18/Vortice-polare-cos-e-e-come-influisce-sul-tempo-di-casa-nostra/35005/ ) e, in un secondo tempo, anche le vicende stratosferiche, in particolare l'andamento dei venti sopra l'Equatore che potranno rivelarsi interessanti nella movimentazione a sorpresa proprio di quelle masse d'aria al momento in fase di raffreddamento sopra le neonate distese nevose pre-invernali.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum