Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

In arrivo forti piogge su Nord-Ovest, Costa Azzurra e Provenza

Un anticiclone di blocco posizionato sull’Est europeo impedirà alla depressione centrata sul nord della Francia di migrare verso levante. Ne conseguirà una lunga fase di maltempo su gran parte del Nord-Ovest italiano, che interesserà maggiormente Ponente Ligure, Piemonte e Valle d’Aosta. Rischi per fenomeni alluvionali nelle vallate esposte. Direttamente interessate anche Costa Azzurra e Provenza.

Sotto la lente - 1 Dicembre 2003, ore 15.30

Una profonda saccatura sta caratterizzando il tempo di tutto l’occidente europeo. Due minimi, entrambi di 995 hPa, centrati il primo sul Mare di Norvegia ed il secondo sulla Normandia, stanno determinando una poderosa discesa di aria fredda lungo i meridiani dal Nord Atlantico alla Penisola Iberica. Inevitabile la risposta calda del Mediterraneo Occidentale e di tutto il Nord-Africa, che hanno stanno attivando una robusta risalita di aria temperata, responsabile in queste ore di un rialzo termico che sta interessando il Medio e l’Alto Tirreno, la Liguria, la Corsica e la Sardegna. Il cielo si presenta nuvoloso o addirittura coperto su gran parte del Nord e del Centro, ma in molti casi trattasi di una nuvolosità alta e stratiforme, non di rado irregolare, incapace di produrre precipitazioni. I fenomeni stanno riguardo il solo settore di Nord-Ovest, quello cioè più coinvolto dalla circolazione depressionaria, e sicuramente quello più esposto alla direttrice delle correnti, generalmente meridionali. Lo stau offerto dal poderoso blocco montuoso delle Alpi Marittime e Cozie offre poi l’elemento addizionale per precipitazioni di tutto rispetto, con valori pluviometrici assolutamente interessanti. Assolutamente da monitorare la situazione della Liguria, in special modo nella Riviera di Ponente, dove si temono gli effetti di una decisa ondata di maltempo, già a partire dalle prossime ore. In questo senso potrebbe sicuramente incidere l’aumento delle temperature che già in queste ore si sta facendo sentire sulla regione. Non a caso il limite delle nevicate è destinato a salire fin oltre i 1600 metri. Sull’opposto versante, invece, vale a dire su Cuneese e parte dell’Alessandrino, la resistenza di sacche di aria fredda e l’introduzione di correnti mediamente orientali, stanno provocando nevicate a quote piuttosto basse, come testimoniato dai fiocchi che cadono, seppur misti ad acqua, sulla città di Cuneo. Precipitazioni abbondanti stanno interessando un po’ l’intero arco alpino occidentale (Alpi Marittime e Cozie), con la Valle d’Aosta e l’Alto Piemonte però ancora in sostanziale attesa per eventi più significativi di quelli effettivamente in atto (deboli nevicate sopra i 1200 metri). Fuori dai nostri confini, desta molta preoccupazione la situazione che andrà delineandosi già dalle prossime ore su Costa Azzurra e Provenza, dove sono attesi accumuli pluviometrici piuttosto importanti. Su questo settore, infatti, la quota neve è destinata a salire oltre i 1800 metri, e il rischio di fenomeni alluvionali è lungi dall’essere scongiurato. L’anticiclone di blocco che si erge su tutta l’Europa centro-orientale, non lascia infatti spazio alla naturale traslazione verso sud-est della depressione francese. Con tutti i rischi che ne derivano.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum