Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo della settimana in breve: bello lunedì e martedì, poi torna l'instabilità a partire dal nord

Temporaneo rinforzo dell'alta pressione a inizio settimana, cui seguirà un successivo indebolimento e l'infiltrazioni di correnti sempre più fresche e instabili che riporteranno l'instabilità e il rischio di temporali.

Sotto la lente - 14 Luglio 2013, ore 10.37

 Prima il sole poi ancora i temporali. Questa in estrema sintesi la linea guida che ci porterà dritti dritti nella terza decade di luglio. I giorni passano dunque ma la situazione generale non si sblocca. Un'alta pressione delle Azzorre presente, ma comunque lontana dal suo andamento da manuale, che permetterà a correnti fresche e instabili di sopravanzare alle quote superiori innescando una fervente instabilità atmosferica.

Una tregua verrà comunque concessa tra lunedì e martedì, allorquando l'asse dell'alta pressione tenderà ad inclinarsi verso levante, interessando anche l'Italia. Questa manovra darà luogo ad uno sdoppiamento dei centri di massa: il primo asse, come detto, finirà per coricarsi sull'Italia, il secondo invece si proietterà verso le Isole Britenniche per poi raggiungere entro sabato 20 il mar di Norvegia.

Capite bene che, a partire da metà settimana, la coperta si farà nuovamente troppo corta. L'alta pressione causerà una vistosa ondulazione meridiana dei flussi portanti, che sull'Italia ruoteranno dai quadranti settentrionali a partire da mercoledì 17. Frattanto i geopotenziali sull'est Europeo andranno sensibilmente calando e offriranno un percorso preferenziale a diversi pacchetti di aria fresca e instabile, che saranno invitati a scivolare dalla Finlandia verso la Polonia, in direzione della regione balcanica, con parziale coinvolgimento anche dell'Italia.

Ecco dunque il nuovo inasprimento dell'attività temporalesca a partire proprio da mercoledì 17 su diversi settori del nord (ad eccezione di coste liguri ed Emilia Romagna), in graduale estensione giovedì 18 anche alle zone appenniniche del centro e, tra venerdì 19 e sabato 20 anche a quelle del sud peninsulare, in modo particolare il settore tirrenico. Meno coinvolte le Isole Maggiori il sud della Puglia e la Calabria.

Tale pattern sembra dover rimanere pressochè invariato anche dopo il 20 luglio, con l'aria fresca e instabile sempre pronta a metterci lo zampino, spartendo in parti (quasi) uguali con il sole gran parte dei cieli d'Italia.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum