Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il disgelo riempie i torrenti alpini: a tu per tu con le cascate più alte d'Italia

Regolata per scopi idroelettrici e aperta solo quattro volte l'anno, l'imponente cascata del fiume Serio in questi giorni offre uno spettacolo suggestivo fuori programma dovuto alla tracimazione del bacino di contenimento stracolmo per il disgelo.

Sotto la lente - 18 Giugno 2013, ore 09.45

Solo la regolazione artificiale dei flussi provenienti dal soprastante bacino del Barbellino sta tenendo a bada le acque delle cascate più alte d'Italia, le seconde d'Europa, quelle del fiume Serio. Ci troviamo in provincia di Bergamo, nel cuore delle Alpi Orobie alla testata della valle Seriana.

Fino al 1969 lo spettacolo di quel fragoroso triplice salto, ben 315 metri, era visibile tutti i giorni, poi fu costruita una diga che ne regolò i flussi. Da allora al posto della spumeggiante cascata è normalmente visibile solo una immane e informe parete di roccia bagnata. Lo spettacolo fino a qualche anno fa consisteva nell'apertura artificiale della diga che avveniva una volta l'anno per circa mezz'ora.

L'evento attirava una innumerevole schiera di ammiratori, tanto che ultimamente sono diventati quattro gli appuntamenti annuali. Quest'anno però, grazie alle abbondanti nevicate invernali e alle recenti abbondanti piogge, il deflusso di sicurezza della diga sta permettendo alla cascata di mostrare parzialmente le sue grazie anche fuori programma.

Il lago artificiale del Barbellino (qui la webcam in tempo reale meteolive.leonardo.it/webcam/displayWebcam/557/Rifugio+Curo%27, posto a 1800 metri di quota ai piedi di una imponente cerchia montuosa culminante con i 3050 metri del Pizzo di Coca, sta ricevendo apporti torrentizi abbondantissimi provenienti dai consistenti residui nevosi presenti in altitudine ma non solo. Alcuni conoidi di valanga sfiorano al momento addirittura la superficie del bacino rimasto ghiacciato fino allo scorso mese di maggio.

Dopo diversi anni di magra ora il lago si presenta all'appuntamento con il disgelo colmo e pronto per dare spettacolo. Il sipario si alzerà domenica prossima, 23 giugno, tra le 11.00 e le 11.30. Successivo appuntamento sabato 20 luglio, con duplice apertura delle quali la seconda nella suggestiva veste notturna.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum