Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Giugno rovente? Per l'Italia non è una novità

Pur in anticipo rispetto al cuore vero dell'estate, l'ondate di caldo del giugno 2012 rimane ben distante da quelle ben più roventi del 2007 e del lontano e insospettabile 1982.

Sotto la lente - 27 Giugno 2012, ore 09.03

 Fa caldo è vero ma chi pensa di vivere un periodo eccezionale si sbaglia. Ogni onda di calore estiva ha una sua individualità, perchè dipende dalla miscela d'aria che viene a interessarci, oltre che alla reazione che essa oppone alla situazione climatica pregressa. Per capirci, un'ondata di calore africana che interessi il nostro territorio dopo un lungo periodo mite e siccitoso sicuramente avrà un impatto maggiore rispetto a quella che sopravviene dopo una primavera particolarmente piovosa.

E' probabilmente anche per questa seconda ipotesi che il caldo africano di questo giugno 2012 non ha avuto ancora il piacere di abbattere record particolari. Non occorre andare tanto lontano per scovare un mese di gugno davvero rovente, quello del 2007. L'ondata di calore in questione investì in particolare le nostre regioni meridionali.

Il gioco delle correnti, che fuoriuscite dal nord Africa, giungevano sull'Italia con caldi venti di sud-ovest, meteva particolarmente sotto pressione la Puglia e la Basilicata, regioni poste sottovento rispetto ai flussi portanti. I 47°C della stazione di Foggia Amendola, regolarmente registrati il 25 giugno, furono il valore di testa che guidò tutto il blocco di aria rovente che fece della Puglia una regione letteralmente infuocata.

Anche gli oltre 45°C di Bari e 44°C di Lecce dimostrano che l'Africa in quel frangente non concesse sconti. Valori superiori ai 40°C interessarono altre regioni e città del sud, come Palermo e Catania (44°C), Messina (43°C), Pantelleria (42°C) e Termoli (41°C).

Beh, nel 2007 eravamo in pieno global warming, ma cosa dire dell'ondata di caldo, per diversi aspetti analoga a questa, ma che ci interessò nel lontano giugno del 1982? Anche in questo caso fu il nostro meridione a patirne le conseguenze più folgoranti, ma pure la Sardegna rientrò di diritto sull'olimpo di veri e propri record, sia per il periodo, sia in valore assoluto.

Basti pensare ai 46°C fatti registrare dalla stazione meteorologica dell'Aeronautica Militare di Capo San Lorenzo, nel comune di Villaputzu (Cagliari), ma anche i 45°C di Catania, i 44°C di Palermo e i 43°C di Trapani. Anche in quel frangente furono il 25 e il 26 giugno i giorni più caldi. Da fare impallidire i più "tiepidi" valori del 2012  perfino i più velenosi primi caldi della terribile estate del 2003, che diede poi il meglio di sè soprattutto nelle settimane e nei mesi successivi.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.42: SS598 Di Fondo Valle D'agri

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 1,907 km prima di Incrocio Paterno (Km. 28,9) in entrambe le dir..…

h 22.33: TG-BO Tangenziale Di Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo 5 Bologna Quartiere Lame (Km. 12,5) e Svincolo 4 Aeropor..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum