Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Freddo e neve fino a quando? La linea di tendenza per la seconda decade di febbraio

I rubinetti del freddo sono ormai spalancati e la ferita stenterà a rimarginarsi. Dopo il gelo siberiano arriverà infatti il freddo scandinavo, con il tempo che non ha intenzione di mettere giudizio ancora per diversi giorni.

Sotto la lente - 8 Febbraio 2012, ore 09.26

 Freddo e neve: non sarà semplice venirne fuori almeno per tutta la seconda decade di febbraio. Il vasto respiro gelido che abbraccia come una coperta di ghiaccio gran parte dell'Europa ha le spalle larghe. Le correnti atlantiche, più miti e umide, non tenteranno neanche di infastidire questo sterminato lago di aria gelida, tantomeno la banda anticiclonica subtropicale, la quale, per ironia della sorte, sarà proprio la pietra dello scandalo che causerà una nuova irruzione fredda intorno alla metà del mese sui settori centro-orientali europei. Vi facciamo capire perchè.

Il vortice polare, dopo lo scompattamento partito nella terza decade di gennaio, tenterà di ricomporsi a partire dalle quote stratoferiche. In basso rimarrà però ancora disturbato, soprattutto sul lato atlantico, dove verrà infastidito dall'ennesima amplificazione dell'onda anticiclonica azzorriana. Se finora tale ponte di alta pressione ha costituito il legame che ci ha portato la Siberia in casa, a partire dalla metà di febbraio il suo asse lascerà l'area scandinava e si proietterà verso l'Islanda.

La manovra verrà supportata da una intensificazione dell'onda convettiva tropicale (indice MJO in fase 7 e notevole magnitudo) con spinta di calore lungo i meridiani atlantici, così come confermato anche dall'andamento della pressione sull'oceano Pacifico rappresentato dall'indice PNA. In altre parole dal Pacifico sta partendo un'ondulazione della Corrente a Getto Polare che, superato il continente nord-americano, verrà amplificata verso nord dalla spinta convettiva tropicale e andrà a consolidare l'anticiclone delle Azzorre, il quale potrà così proiettarsi verso le alte latitudini atlantiche.

Da qui si metterà in moto una risposta depressionaria molto profonda lungo i meridiani europei che spezzerà il ponte con il gelo siberiano ma che, al suo posto, ci porterà il freddo scandinavo attraverso le Alpi. A conti fatti si avrà così un generale ricambio d'aria ma con un rialzo delle temperature lento e limitato. Farà dunque ancora freddo anche dopo la metà del mese e, oltretutto, la componente marittima della nuova massa d'aria avrà uno spessore verticale maggiore e potrà così strutturare corpi nuvolosi anche consistenti con occasioni per nuove nevicate a quote basse. Il tutto fino al 20 febbraio, giorno più, giorno meno.

Stante la traettoria diversa delle correnti portanti e dell'asse depressionario, queste nevicate potranno però concentrare i loro sforzi sui versanti nord-alpini e probabilmente, anche se non con le intensità attuali, ancora una volta lungo le regioni adriatiche. Su queste zone comunque il lento rialzo delle temperature sarà per lo meno un bene, dato che un repentino disgelo avrebbe senz'altro causato danni ancora peggiori di quanti non se ne siano finora avuti con le grandi nevicate degli ultimi giorni.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.42: A25 Torano-Pescara

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 72) e Pescara-Villanova (K..…

h 01.37: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Secondigliano-Raccordo Capodichino (Km. 20,5) e Strada Statal..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum