Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Freddo di fine mese: arriverà, non arriverà? Sarà appannaggio solo del nord o riuscirà ad arrivare anche al centro e al sud?

La modellistica conferma il generale calo delle temperature previsto per fine mese a partire dal nord, anche se ancora diverse sono le possibili varianti. Ecco chi verrà interessato di più e chi di meno in base alle ultime emissioni del modello di nostro riferimento.

Sotto la lente - 21 Novembre 2012, ore 08.51

 Freddo per nessuno, per molti o freddo per tutti? Spesso (ma non necessariamente) quando le prime folate dell'inverno si portano in prossimità del nostro Paese riescono a far breccia sul nostro settentrione, mentre trovano maggiori resistenze nel propagarsi anche su quelle centrali e meridionali. A volte al sud addirittura le correnti di ritorno che risalgono per omogeneizzare la quantità di moto girano addirittura a Scirocco o Libeccio e portano aria mite. Come andrà dunque con la raffreddata di fine mese?

Stante le cose così come ce le simulano le carte aggiornate all'ultima inizializzazione (dati delle 00 UTC del 21 novembre), si conferma anzitutto la robusta pulsazione fredda: una prima apripista attesa tra al 29-30 novembre, e una seconda di affondo tra l'1 e il 5 dicembre. Il tutto avverrà in coda ad un temporaneo ricompattamento del vortice polare finchè, d'improvviso uno strappo di vento legato alla Corrente a Getto polare, in transito sul nord Atlantico, intraprenderà una brusca virata verso sud puntando il cuore dell'Europa, dove andrà ad approfondire una importante saccatura ribaltando completamente il tranquillo fluire dell'autunno.

Ora, per sapere se freddo sarà, dobbiamo centrare esattamente la posizione dell'asse di questo vortice. Così come sono messe ora le simulazioni, prevediamo che tra il 29 e il 30 l'aria fredda inizierà a farsi sentire al nord e al centro, a partire dalle regioni dell'alto Tirreno. Il sud e le regioni centrali adriatiche invece subiranno un temporaneo aumento, per venti di Scirocco, in virtù di quanto esposto sopra.

Entro i primi di dicembre tutta l'Italia però verrà presa, pur con le dovute proporzioni. Al nord, sulle centrali tirreniche e sulla Sardegna, tanto per capirci, la colonnina di mercurio calerà rispetto ai valori attuali di circa 8-10°C, finendo sotto la media di circa 4-6°C. Al sud, in particolare sui versanti ionici e su quelli del basso Adriatico, il calo sarà di circa 5-7°C e la colonnina di mercurio finirà solo per rientrare in media. 

Per l'inizio di dicembre la seconda pulsazione, con contributo di aria continentale. In quell'occasione il nord sforerà le medie fino a 5-6°C, il centro tra 4 e 5°C, il sud massimo di un paio di gradi, ma ancora con le regioni del basso Adriatico, ionico e la Calabria i cui valori non faranno nient'altro che rientrare entro la media del periodo.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum