Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Freddo a dicembre: ecco i pro e i contro

L'attuale anomalo raffreddamento della stratosfera polare potrebbe ricompattare le masse d'aria alle alte latitudini inibendo la loro discesa verso di noi intorno a metà dicembre. D'altro canto la circolazione in troposfera, vista anche la fase neutra dell'ENSO in Pacifico, potrebbe rimanere dissociata e mantenere un buon potenziale invernale.

Sotto la lente - 15 Novembre 2012, ore 08.45

 Per ora tutto emerge dalla carta. Ma noi quella abbiamo a disposizione, avendo lasciato la sfera di cristallo per il momento parcheggiata in luogo sicuro. Cosa sta dunque accadendo alle alte quote polari? Sta avvendendo un progressivo e significativo raffreddamento della circolazione stratosferica polare.

Questo evento, semmai superasse determinati valori di soglia e una particolare successiva velocità di propagazione verso il basso, potrebbe nel giro di un mese o poco più mettere un freno agli scambi meridiani. Cosa vorrebbe dire? Veder diminuire le probabilità di irruzioni fredde proprio nella seconda metà di dicembre?.

Al momento la teoria che supporta quanto vi abbiamo descritto poggia su basi climatologiche che negli ultimi anni sono andate modificandosi e, oltretutto in un contesto che quest'anno non sembra favorevole ad un proporsi di eventi del genere. Diamo lo scenario quindi probabile al non più del 20-25%. Solo per notizia: cosa accadrebbe se il vortice polare si rafforzasse lungo tutta la sua colonna?

Accadrebbe che, per la legge della continuità della massa, l'aria fredda si andrebbe a raccogliere tutta alle alte latitudini e provocherebbe di conseguenza un'avanzata della banda anticiclonica. Una fase di circa 15-20 giorni a cavallo tra dicembre e gennaio che potrebbe vedere il freddo polare aver qualche difficoltà nel raggiungere le nostre latitudini.

Questo non inficerebbe il prosieguo dell'inverno che proprio dal super raffreddamento al polo, potrebbe trarre spunto per irruzioni gelide di tutto rispetto soprattutto da gennaio in avanti. Ma questa suposizione è esclusivamente di "ultrafantameteo".

Per il momento vi possiamo dire che stiamo seguendo in tempo reale quanto accade lungo tutta la colonna d'aria sulla verticale del Polo Nord. Sapremo delucidarvi quanto prima dell'evoluzione che si prospetta e delle chance che avrà il generale inverno di venire a farci visita.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum