Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Febbraio ai raggi X, ecco cosa accadrà prima e dopo la metà del mese

La proiezione tiene conto di un nutrito intreccio di elementi prognostici che sembrano essere concordi nel protrarre sul Mediterraneo e sull'Italia condizioni di tempo decisamente invernale e movimentato.

Sotto la lente - 3 Febbraio 2012, ore 11.50

 Parte febbraio, un mese che si presenta subito dal volto un po' atipico, l'esatto opposto di quello che l'inverno ci aveva fatto vedere fin'ora. Parte subito in quarta con un'irruzione di aria gelida non indifferente che, dopo essersi introdotta sull'Italia partendo dal nord, progredirà ora nelle dovute proporzioni, verso il centro e il sud. 

L'anima di questo scossone, come per tutti gli eventi atmosferici che si rispettino, è opera congiunta di diversi fattori concomitanti: tra tutti ricordiamo in particolare un recente riscaldamento della stratosfera polare, la presenza di un vasto anticiclone termico sul comparto russo-siberiano, quella di un robusto e ben strutturato anticiclone dinamico in Atlantico e infine, non certo ultima per importanza, una provvidenziale posizione e progressione dell'onda temporalesca tropicale.

Tutto questo è codificato tecnicamente a mezzo di configurazioni che conosciamo come indici teleconnettivi e che, in questo frangente vi risparmiamo puntanto subito al succo della questione.

Ora, l'assetto circolatorio impostato dalle pedine atmosferiche è ben comprensibile osservando la figura in alto: alta pressione atlantica che inietta flussi di calore di estrazione subtropicale verso le alte latitudini andando a colpire al cuore, con una manovra trasversale, la circolazione polare attraverso l'area scandinava. Il gelo ivi contenuto è costretto trovarsi una nuova collocazione e va così ad alimentare in modo abnorme la struttura anticiclonico russo-siberiana, la quale trova due vie di sfogo: una verso l'estremo Oriente, l'altra verso l'Europa. Da qui l'ondata di gelo siberiano, quindi di tipo continentale, cui siamo ormai quasi tutti testimoni anche in Italia. Tale status ci terrà compagnia per tutta la prima decade di febbraio.

La seconda decade invece vedrà un lento affievolimento del gelo continentale, tuttavia l'alta pressione atlantica sarà ancora in grado di iniettare calore verso le alte latitudini. In questo caso, per via della posizione assunta dalla convettività tropicale (vedi indice MJO in fase 7 con notevole magnitudo), lo scambio di calore avverrà proprio lungo i meridiani. Questo perchè la Corrente a Getto avrà difficoltà nel contrastare le masse di aria gelida che ancora premeranno da est, supportate ora anche da un consistente innevamento continentale, tanto che l'indice NAO permarrà in terreno negativo.

In questo caso il freddo che si muoverà (si ancora freddo!) partirà dalle regioni artiche ma avrà una componente marittima, pervenendo sull'Europa attraverso la via scandinava, dove verrà smantellato il precedente ponte anticiclonico. Anche in questo caso pare che il Mediterraneo possa essere per buona misura destinazione finale di questa nuova dislocazione di masse d'aria. Il disegno proposto è quello riportato nella figura qui a fianco, che al momento riteniamo possa verificarsi con una probabilità del 55-60%.

Sull'Italia sparirebbe il gelo ma rimarrebbe il freddo, così come il rischio di nevicate a quote basse se non pianeggianti su alcune regioni. Al momento non è possibile dettagliare la situazione a scala regionale o settoriale, pertanto basti sapere che l'alta pressione nella fase post-siberiana non avrà vita facile nella riconquista del suo tanto amato Mediterraneo. L'inverno infatti avrà ancora molto da dire.

 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.14: Roma Via Trionfale

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Giuseppe Barellai e Via Fran..…

h 17.13: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Bologna Fiera e Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) in direzione Anc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum