Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ecco la convergenza sciroccale che potrebbe fare danni

Ecco perchè i fenomeni più abbondanti su accaniranno sul nord-ovest e poi lungo la fascia prealpina.

Sotto la lente - 3 Novembre 2011, ore 08.55

Le intense correnti sciroccali che soffieranno tra venerdì e domenica sull'Italia trarranno origine da un gradiente barico importante tra l'alta pressione presente sull'est del Continente e la vasta e profonda saccatura atlantica, in avvicinamento al Mediterraneo centrale. L'opposizione anticiclonica ostinata costringerà la saccatura a frenare, sollevando appunto questo "polverone" sciroccale.



Ne deriverà una prolungata situazione di stau orografico sul Piemonte occidentale e sul Ponente ligure con curvatura marcatamente ciclonica delle correnti e importante vorticità. In altre parole, oltre si sommeranno ai fenomeni dettati dallo stau, anche quelli derivanti da una notevole instabilità atmosferica.

Cellule a sfondo temporalesco in arrivo dal Mar Tirreno potranno così risalire verso l'estremo nord-ovest aggravando la situazione.

Seguite tutti gli aggiornamenti: la situazione è piuttosto delicata. Notate nella mappa l'aggiornamento per sabato con i fenomeni temporaneamente relegati ai rilievi dall'intensità delle correnti sciroccali. Canavese e Torinese in questo frangente rischiano davvero piogge molto intense.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum