Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dinamica dell’anticiclone inglese

Come si è formato? Come si muoverà? Sarà determinante per l’evoluzione del tempo sulla Penisola?

Sotto la lente - 17 Dicembre 2002, ore 09.29

Se dovessimo andare a ricercare il motivo principe della nascita dell’anticiclone inglese, ci dovremmo spingere ai limiti inferiori della stratosfera, ma noi proveremo a semplificare ed a mettere a fuoco la situazione partendo dagli 8-10 km di quota ed arrivando fino al suolo. Alle alte quote la corrente a getto polare negli ultimi giorni ha cominciato a produrre ampie ondulazioni lungo i meridiani, accentuando gli scambi termici fra le varie latitudini ed intensificando le figure bariche già esistenti; non a caso la depressione al largo del Portogallo tende a diventare sempre più profonda e stabile in posizione. Ma la velocità del vento all’interno della corrente stessa non è affatto diminuita; di conseguenza unendo questo dato di fatto con l’improvvisa deviazione verso nord della corrente stessa in pieno Atlantico, si hanno le condizioni migliori per la formazione di un anticiclone dinamico dei più classici. Già da un paio di giorni infatti in prossimità delle Isole Britanniche alle alte quote la pressione stava aumentando piuttosto velocemente, ma adesso gli effetti di questa compressione dell’aria sul fianco “meridionale” della corrente a getto si notano anche al suolo. Come abbiamo puntualizzato prima, nonostante le grandi oscillazioni alle quali è sottoposta la corrente, quest’ultima non ha perso velocità; ciò farà in modo che l’anticiclone formatosi, una volta che si sarà approfondito anche al suolo, si sposterà verso est e poi verso sud-est, seguendo il flusso principale alle alte quote. Di conseguenza anche la nostra Penisola verrà coinvolta nel suo “abbraccio”; ciò permetterà a partire da domani un temporaneo ma deciso miglioramento del tempo su buona parte delle regioni del centro e del nord, a spese di un certo flusso di aria continentale, che contribuirà a far diminuire moderatamente le temperature, specie di notte ed in particolare sulla Pianura Padana. Si tratta comunque di una figura di alta pressione piuttosto fugace, che non avrà vita lunga; infatti una volta che con il suo viaggio sarà arrivata ad espandersi nei dintorni della Grecia, verrà inglobata e risucchiata dall’anticiclone subtropicale, che così permetterà nuovamente l’arrivo sull’Italia di perturbazioni atlantiche moderate già nella giornata di sabato.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.29: A19 Palermo-Catania

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 1,266 km prima di Svincolo Zona Industriale (Km. 36,8) in direzi..…

h 05.25: A9 Lainate-Chiasso

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese (Km. 10,7) e Barriera Di Como Granda..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum