Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dicembre 96, dicembre 97 e dicembre 2001: analogie e differenze con quanto sta per accadere sull'Italia

Breve panoramica sui dicembre significativi del passato.

Sotto la lente - 11 Dicembre 2007, ore 10.01

Tutti ricordano molto bene cosa accadde nel dicembre del 1996 con il Burian ad investire il nostro Paese e la neve protagonista prima al centro-sud e poi al nord. Quasi tutti ricordano l'episodio freddo del dicembre 97 con Mosca che raggiunse i -28°C e la neve che visitò prima l'Appennino e poi la Valpadana il 17. Chi poi non ricorda il famoso blizzard del 13 dicembre 2001 che provocò anche numerosi black-out elettrici? In questi giorni si sta prefigurando, anche se in maniera più modesta, una configurazione barica che porterà un nuovo episodio freddo importante sull'Italia. Ci sono allora analogie con quanto accadde nei dicembre citati? Certamente si. Oggi come allora il freddo ci raggiungerà da nord-est ma ogni episodio si differenzia dagli altri sia per la traiettoria delle masse d'aria fredde mai perfettamente sovrapponibili e soprattutto sulle conseguenze sia nel medio che nel lungo termine. In altre parole quali conseguenze comporterà l'ingtesso di una massa d'aria fredda di questo genere sul nostro Paese nel dicembre 2007? Senza spingersi troppo nei dettagli tecnici possiamo subito notare una grossa differenza con il 96 quando l'anticiclone che migrò verso nord andò a piazzare la sua parte dinamica cioè CALDA sul Regno Unito, lasciando la sua parte termica, cioè fredda, in balia dei vortici freddi in discesa dall'artico. Quando infatti si risolse l'avvezione fredda da est subentrò un profondo cambiamento nella circolazione sul centro Europa che favorì poi le nevicate da addolcimento in Valpadana. Cosa che NON SI VEDE nell'episodio che stiamo per vivere. Nel 2001 il vortice freddo prese una traiettoria imprevista fino a 36 ore prima andando ad investire in pieno il nord, invece del meridione e favorendo la formazione di una depressione sul Tirreno con isobare strettissime che convogliarono aria umida da ESE a risalire l'Adriatico. Nel 97 infine subito dopo l'avvezione fredda, che fu troppo breve per lasciare il segno, l'anticiclone si posizionò in modo tale da favorire un'insorgenza di correnti miti da ESE che portarono alle nevicate da cuscino freddo in Valpadana. E ora, ora cosa potrebbe accadere? I modelli per ora vedono solo alcune nevicate in Adriatico soprattutto per effetto stau e molto freddo, poi leggono in maniera ancora forse troppo frammentaria la possibile formazione di una depressione al suolo sul Tirreno capace di far scorrere aria mite su zone precedentemete invase dall'aria fredda: in questo caso sarebbero nevicate ma pronunciarsi in modo definitivo oggi è impossibile. Infine rilanciano l'alta pressione in posizione dominante o quasi su gran parte d'Italia con rialzo termico. Sarà davvero così?

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.43: A8 Milano-Varese

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Svincolo Di Busto Arsizio (Km. 24,5) in uscita in direz..…

h 08.42: A4 Brescia-Padova

coda rallentamento

Code per 7 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Montebello (Km. 313,8) e Svi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum