Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Correnti da nord-ovest? Ecco come le Alpi ti smontano una perturbazione

Le precipitazioni legate ad un transito frontale addossano la maggior parte delle precipitazioni ai versanti nord-alpini. Sull'Italia invece le piogge arrivano a macchia di leopardo, preferendo alcuni settori e saltando a piè pari altri.

Sotto la lente - 13 Settembre 2013, ore 09.56

 Le piogge arrivano anche sulle nostre regioni ma non prima di aver combattuto strenuamente contro le resistenze opposte dalle imponenti creste alpine. L'immagine qui a fianco è più che eloquente e si riferisce al tipico caso di correnti portanti orientate da nord-ovest: il sistema frontale ha impattato con traiettoria quasi perpendicolare l'angolo nord-occidentale delle Alpi.

Ne deriva un'ampio lavoro di aggiramento durante il quale le precipitazioni annesse al fronte si sviluppano in modo anche insistente ed abbondante sui versanti esteri, principalmente quelli prealpini francesi e svizzeri, ma anche austriaci in caso di perturbazione ad ampio raggio.

E in Italia quando arrivano le piogge con questo tipo di situazioni? Non appena le correnti portanti riusciranno a penetrare sul bacino corso-ligure, dove si invorticheranno generando un minimo di pressione a scala sub-regionale che attiverà una ritornante con venti meridionali. In questo caso ecco che anche i versanti padani delle Alpi, ma anche quelli marittimi liguri di Levante, dell'Appennino centrale comparto tirrenico e soprattutto i settori tra est Lombardia e Triveneto, usciranno dall'ombra pluviometrica e faranno una significativa scorpacciata d'acqua.

Solo bassa Valle d'Aosta, le pianure piemontesi occidentali e a tratti anche il Ponente ligure rimarranno ancora parzialmente al riparo e riceveranno accumuli piovosi complessivamente modesti, legati a precipitazioni più deboli e discontnue.

Anche il centro e il sud, qualora il flusso in quota sia particolarmente teso e quindi scarsamente ondulato, risentiranno di questo filtro naturale qual'è l'arco alpino. I fenomeni tenderanno a generarsi a macchia di leopardo, tendendo a localizzarsi preferibilmente (ma non è una regola assoluta) sul medio-alto versante adriatico e sul basso versante tirrenico.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.11: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Cattolica (Km. 143,9) in uscita in direzione da Bologna dalle 16:09..…

h 16.11: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Val Di Sangro (Km. 422) e Lanciano (Km. 413,8) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum