Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come la corrente a getto ti costruisce una depressione

L'attuale dinamico svolgimento delle vicende meteorologiche ci dà lo spunto per soffermarci su un meccanismo di fondamentale importanza nella costruzione delle masse nuvolose associate ai centri di bassa pressione

Sotto la lente - 11 Gennaio 2008, ore 09.22

Datemi un getto e vi costruirò una depressione. Parafrasando la celebre esclamazione attribuita ad Archimede che si riferiva alla scoperta della leva, introduciamo un concetto fondamentale che ci permette di comprendere come e perchè si formano i vortici depressionari delle medie latitudini e i relativi sistemi nuvolosi. Fonte primaria di energia utilizzata per la costruzione delle masse nuvolose è la corrente a getto, ossia quel fiume impetuoso d'aria che scorre in forma tubolare e con velocità pulsanti a quote poste tra 9000-10000 metri. L'energia che a sua volta alimenta tali venti è da ricercarsi nella marcata differenza di temperatura che si interpone tra le differenti latitudini del globo. Proprio le pulsazioni, unitamente alle ondulazioni meridiane imposte dalla rotazione terrestre alla fascia tubolare sospesa nel cielo, sono le due cause fisiche poste all'origine dei minimi depressionari come quello che ci attendiamo sul mar Ligure nella notte su sabato (anche se in questo caso interagisce anche la componente orografica alpina). Dall'analisi delle carte notiamo subito le evidenti ondulazioni del getto lungo i meridiani. In prossimità dell'Italia nord-occidentale troviamo il ramo ascendente della corrente la quale accelera bruscamente buttandosi verso nord. In prossimità dei cieli sopra al mar Ligure l'inerzia dovuta alla forte accelerazione del vento in alta quota determina una fuoriuscita di aria sul lato destro della corrente principale, la quale invece continua il suo percorso verso nord impostando appunto la sua curva a sinistra. Questa divergenza crea un vuoto d'aria che la Natura tende subito a colmare. In che modo? Essendo la soprastante stratosfera alquanto sigillata, l'aria necessaria a riempire il vuoto viene pescata dalle basse quote. Si crea dunque una colonna di aria in ascesa che inizia a ruotare in senso antiorario secondo la nota legge di Coriolis. In questo modo la pressione al suolo si alleggerisce ed ecco che nasce il minimo. L'ulteriore effetto risucchio indotto dall'accelerazione del vento alle alte quote cui abbiamo accennato sopra, accentua la struttura vorticosa e la estende alle quote superiori mettendo in moto immani quantità di aria che sono costrette a convergere intorno alla neonata depressione. Ecco quindi le formazioni nuvolose e le perturbazioni che iniziano a spiraleggiare attorno al nostro minimo. Se, come nel caso attuale, ci troveremo dinnanzi ad una catena montuosa come le Alpi, possiamo ben capire che il nostro cono verticale di bassa pressione verrà destabilizzato e deviato secondo quanto dispongono le leggi della fisica. Orbene, ci aspettiamo che il minimo in formazione nella notte tra venerdi e sabato tra il mare di Corsica e il mar Ligure inizierà a traslare verso sud-est portandosi quindi a ridosso delle nostre regioni centro-meridionali entro domenica. Il taglio dei rifornimenti di aria fredda, dovuto alla separazione del minimo dalla saccatura principale, indebolirà progressivamente i fenomeni associati al suo passaggio, anche se il contributo di calore e umidità in risalita dal nostro tiepido mare porrà in essere alcuni contrasti che potrebbero sfociare in qualche manifestazione temporalesca, più probabile tra sabato e domenica lungo il Tirreno.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.31: A4 Brescia-Padova

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Desenzano (Km. 246,3) e Svinco..…

h 07.23: A24 Roma-Teramo

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Castel Madama (Km. 23,9) e Vicovaro-Mandela (Km. 33,1) in d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum