Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come evolve la situazione?

Vediamo qual è la disposizione attuale delle principali figure bariche e delle perturbazioni sullo scacchiere europeo.

Sotto la lente - 10 Maggio 2003, ore 09.53

La depressione d’Islanda torna a “ruggire”, anche se un po’ fuori stagione; infatti il suo periodo di maggiore attività dovrebbe coincidere con l’inizio della primavera, quando dopo la stagione invernale l’aria di origine subtropicale torna ad invadere le latitudini artiche provocando sul nord Atlantico cadute di pressione in alcuni casi impressionanti. Fatto sta che adesso il settore di Oceano fra Groenlandia, Islanda ed Isole Britanniche è coinvolto nelle “spire” rotondeggianti del grande ciclone, il cui compito adesso è quello di tentare di portare aria artica marittima verso l’Europa centrale; in realtà la grande figura di bassa pressione tenterà di introdurre aria più fresca anche sul Mediterraneo nel corso dei prossimi giorni, riuscendovi almeno in parte. Come già sottolineato in altre occasioni, ad uno “stato di grazia” della depressione atlantica corrisponde nella maggior parte dei casi (grazie ad un aumento medio di velocità della corrente a getto polare alle alte quote) una maggiore attività dell’anticiclone delle Azzorre; ed in effetti ecco che la figura barica più famosa in Italia si staglia sull’Atlantico centrale, in attesa di trovare via libera per entrare nel Mediterraneo. Per adesso l’anticiclone tenta di introdursi fra una perturbazione atlantica e la successiva, ma senza successo; d’altra parte deve ancora continuare a rafforzarsi prima di poter sperare in un successo del suo progetto. Inoltre sul Mediterraneo è ancora presente una vecchia depressione originatasi sulla Spagna diversi giorni fa; per sua natura essa è collegata ad una perturbazione piuttosto debole, che però a tratti riesce a generare nubi cumuliformi e rovesci, grazie al contrasto con l’aria meno calda e moderatamente instabile dall’Atlantico che scorre sull’Europa centrale. In poche parole per adesso la situazione generale sta seguendo le previsioni fatte nei giorni scorsi, pertanto nella speranza che il trend seguito sia lo stesso anche nella prossima settimana, possiamo dire che nella seconda decade di maggio le temperature torneranno gradualmente a valori normali, ma il sole non sarà sempre presente sulla nostra Penisola.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.34: A23 Palmanova-Tarvisio

coda rallentamento

Code per 4 km causa traffico intenso a Barriera Di Ugovizza-Tarvisio (Km. 105,2) in direzione Ta..…

h 13.31: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti per 3,4 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SP59 Vigevanese V..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum