Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo record: estate 2012 seconda solo a quella del 2003

Fine dell'estate meteorologica e tempo di bilanci: l'estate 2012 è risultata la seconda più calda di sempre dopo quella del 2003 e quella che ha sfoggiato il maggior numero di ondate di calore.

Sotto la lente - 5 Settembre 2012, ore 10.17

 I temporali degli ultimi giorni hanno forse "allungato" il ricordo del grande caldo cui ci ha sottoposti l'estate 2012, ormai meteorologicamente terminata. Malgrado ciò i dati che man mano emergono dalle elaborazioni dei dati raccolti dalle stazioni ufficiali dell'Aeronautica Militare, quelle che fanno fede ai fini dello studio climatologico, tracciano un quadro davvero eloquente.

L'estate del 2012 è stata la seconda più calda da quando sono in atto le rilevazioni meteorologiche strumentali, subito dietro l'insuperata (per poco) super estate del 2003. Pensate che la statistica poneva tempi di ritorno per record del genere pari a circa 80 anni. Eccoci invece a soli nove anni a fronteggiare una nuova estate da record.

E' stata soprattutto la frequenza delle ondate di calore a fare la differenza: ben sette, quasi il doppio di una stagione considerata climatologicamente "normale". Ma veniamo ai numeri: se l'estate del 2003, secondo le elaborazioni fornite dal CNR, ha superato le temperature medie di oltre +3,7°C, quella del 2012 si è fermata, per così dire a +2,3°C. 

Se il 2012 ha visto i mesi di giugno, luglio e agosto con valori sopra media, il 2003 aveva dalla sua anche maggio. I picchi di calore hanno visto il mese di giugno 2012 quale punta di diamante dell'estate, con la colonnina di mercurio che ha superato le medie di +2,6°C (giugno del 2003 aveva addirittura tirato fuori un bel +4.8°C).

A questo si aggiunga anche il fenomeno della siccità: l'estate del 2012 infatti si è collocata all'undicesimo posto tra le stagioni più siccitose degli ultimi due secoli. Vale a dire che sull'Italia è piovuto praticamente la metà rispetto alle medie stagionali. Anche in questo caso il 2003 è rimasto (per poco) imbattuto rispetto alla media degli ultimi settanta anni. 

In linea con il CNR anche le elaborazioni fornite dall'Istituto americano di climatologia NOAA, dalla quale abbiamo tratto la figura allegata sopra. La sequenza a fondo pagina invece ci mostra lo scarto delle temperature dei mesi di giugno, luglio e agosto sull'emisfero settentrionale dal 1955 al 2011 rispetto alla media calcolata tra il 1951 e il 1980 (fonte NASA).

Ora spetta osservare cosa accadrà nel mese di settembre, meteorologicamente già appartenente all'autunno, ma astronomicamente ancora facente parte dell'estate sino al giorno 23. Sicuramente ne vedremo delle belle.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum