Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

A volte si ripetono: l'alta pressione mangia freddo dell'8 gennaio 2011

Una saccatura sprofondata sul Portogallo richiamò aria molto mite dal nord Africa che andò poi ad alimentare un possente anticiclone sul Mediterraneo e sull'Italia, con tanto di mitezza fuori stagione al seguito.

Sotto la lente - 8 Gennaio 2013, ore 09.10

 A volte si ripetono, pur se nessun caso è identico ad un altro. La mitezza dell'Epifania ha messo a dura prova i nervi di chi si aspetta grandi cose dall'inverno. Anomalia? Forse si. Caso più unico che raro? Non proprio. Qui di seguito vi ricordiamo cosa accadde solo due anni fa, quando un anticiclone parimenti infervorato come quello attuale (se non addirittura di più) fece vacillare l'inverno.

Ma l'inverno può vacilare per quattro giorni di alta pressione?

Ebbene, correva l'8 gennaio del 2011. Dopo un dicembre sfavillante, contrassegnato da freddo e da frequenti nevicate con gli ultimi strascichi fino alle porte dellìEpifania, nel periodo post- festivo l'inverno tirò decisamente i remi in barca. Così scrivevamo in quei giorni descrivendo il perchè e il percome:

"Perché tanta mitezza in un periodo normalmente considerato anche statisticamente tra i più freddi dell’anno. Tutto sta in una evidente anomalia a livello della pressione in sede portoghese: Una saccatura è andata a sprofondare al largo delle acque iberiche generando l'anomalia. Ma perché anomalia? Semplicemente perché, soprattutto in periodi come l’attuale caratterizzati dalla forzante imposta dalla Nina, in quel settore dovrebbe trovarsi l’alta pressione delle Azzorre".

Pensate che in quei mesi l'alta delle Azzorre era sparita dalla circolazione per diverse settimane e andavamo scrivendo così: "Alta delle Azzorre? E chi sa più dov’è finito l’ormai misconosciuta campana di bel tempo, tanto in voga negli anni che furono. Siamo certi che prima o poi tornerà a mostrarsi in pubblico, tuttavia di sicuro non abbraccerà il nostro Paese ancora per diversi mesi, dato che la Nina lo spingerà più facilmente verso il nord Atlantico. Sarà proprio da mosse come queste che l’inverno, nei giorni a seguire, potrà riproporre il meglio del suo freddo repertorio".

L'ultima frase risultò sibillina (vedi immagine qui sopra, Emilia Romagna docet), tanto che ora, con il senno di poi, possiamo affermare: "e così fu!"


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.48: A55 Tangenziale Nord Di Torino

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento Caselle (Km. 17) e..…

h 17.48: A13 Bologna-Padova

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Boara (Km. 74,8) e Monselice (Km. 88,6) in direzione Padova..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum