Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"Onde orografiche" sul nord Italia!

Cuneo altopressorio occidentalizzato e distorsione delle correnti aeree sul nord Italia. Questo comporta alte temperature e passaggio di cirri veloci da nord ovest verso sud est.

Sotto la lente - 9 Maggio 2007, ore 10.34

Altra giornata calda per gran parte del nord Italia! Mentre la Liguria risulta coperta da nubi basse (specie lungo le coste), il resto del settentrione gode di cieli quasi sereni e temperature superiori alle medie del periodo. L'alta pressione delle Azzorre spinge da ovest, ma la sua parte più forte (ovvero il cuneo portante in quota), risulta posizionato ancora sull'ovest del nostro Continente. Di conseguenza la pressione subisce uno squilibrio tra i versanti nord alpini e quelli italiani, con le montagne che si comportanto come se fossero "spartinubi". Il risultato? Piogge, rovesci e anche freddo su gran parte della Svizzera e soprattutto sulla Germania (già 28mm sono caduti a Monaco di Baviera da ieri sera); sole, cieli appena velati e venticello caldo sulle pianure del nord. Con le correnti da nord ovest la situazione, in genere, è questa. L'arco alpino divide due tipi di tempi diversi, anzi, OPPOSTI. Tali correnti, scavalcando i contrafforti montuosi, subiscono delle ondulazioni. Parte di esse entrano dalla Valle del Rodano e si presentano come venti da sud umidi sulla Liguria. Ecco spiegato il fenomeno delle nubi basse che oggi incombono su tutta la regione. In prossimità delle "deformazioni" presenti sull'arco alpino si formano invece bande di nubi medio-alte, che vengono denominate "onde orografiche". Esse sono in grado di velare il sole e sono il segnale tangibile della subsidenza in atto sui nostri versanti. Infine, dove la corrente madre riesce ad "immergersi" fino al suolo (segnatamente allo sbocco della vallate alpine, tipo Val di Susa) essa crea aumenti termici repentini e un drastico calo dell'umidità relativa (effetto favonico). Quanto durerà ancora questa situazione? Fin tanto che il getto da ovest non farà evolvere il cuneo portante in quota verso levante. Già domani la Francia sarà interessata dal settore caldo di una perturbazione, mentre la cuspide del cuneo sarà proprio sul nord Italia. Le onde orografiche, di conseguenza, dovrebbero sparire, così come l'effetto favonico. Venerdì, infine, la pressione verrà "livellata" tra nord e sud delle Alpi, con l'insorgenza di correnti da W-SW in quota. Morale: arriveranno delle nubi e le temperature tenderanno a scendere su gran parte del nord, ad eccezione forse della Romagna.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.19: A4 Venezia-Trieste

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Cessalto (Km. 428,6) e Allacc..…

h 12.17: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Castel S.Pietro (Km. 38,2) e Bologna San Lazzaro (Km. 22,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum