Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

...ma esistono i temporali "extraterrestri"?

Temporali terrestri ed extraterrestri (ovvero marittimi!). La differenza sta anche nel tipo di tuono...

Salute, scienze e tecnologie - 5 Luglio 2011, ore 10.41

Uno stralcio del film "la guerra dei mondi"? Oppure una semplice scenografia che ritrae l'arrivo degli alieni sulla terra? Niente di tutto questo.

Quello che vedete è un fulmine nube-mare ramificato, immortalato da una webcam situata sulle alture di Genova.

Come vedete, i fulmini si dipartono tra le nubi e la superficie del mare, dove sembrano quasi "immergersi". Davvero una brutta avventura per un natante nelle vicinanze!

I temporali marittimi sono l'incubo peggiore dei bambini. Con i loro tuoni sordi e soffocati creano un atmosfera davvero inquietante, dato che tali fenomeni avvengono soprattutto di notte.

Il temporale marittimo spaventa piu da lontano che da vicino. Chi è abituato a vivere i temporali terrestri non può capire e percepire la differenza che intercorre tra i due tipi di tuono.

Il tuono del temporale terrestre è metallico. Spaventa, ma in misura minore. Anche se la scarica cade lontano dall'osservatore, il rumore metallico resta, anche se maggiormente ovattato.

Il tuono del temporale extraterrestre ( quindi marittimo...cosa vi aspettavate?) è sordo, cupo, penetrante, inquietante. Quando il temporale è ancora lontano, il rombo del tuono fa tremare i vetri, come se si trattasse di una grossa esplosione.

Nel temporale marittimo, il rumore metallico si sente solo se il fulmine cade nelle immediate vicinanze, altrimenti tutto resta attutito ed ovattato.

Come mai il temporale marittimo ha un tuono cupo e soffocato? Perchè i fronti d'onda originati dalla scarica elettrica attraversano spazi d'aria con umidità differenti. La velocità del suono dipende appunto dal grado di densità dell'aria. Se questo varia, può succedere che le onde sonore impattino le une contro le altre, facendo nascere un fronte d'onda unico. Da ciò nasce il tuono soffocato o l'esplosione che l'osservatore sente quando il temporale è distante.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum