Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un'incredibile avventura sul Gran Sasso, freschi di patente, sotto una bufera di neve...

Cosa non si fa per la neve...

Racconti meteo - 28 Febbraio 2003, ore 15.50

Mancavano pochi giorni all’esame e già progettavo nella mia mente fantastiche gite per mari e monti con la mia immaginaria automobile. Uno tra i più grandi desideri della mia vita si stava realizzando e finalmente da lì a poco avrei potuto mettere in moto una macchina e andare ovunque avessi voluto. A quei tempi, nell’ottobre dell’89, non avevo un lavoro che mi permettesse l’aquisto di una autovettura, ma la gioia di aver passato con esito positivo l’esame era molta anche se senza un mezzo di trasporto mi trovavo ancora a “mezza strada” dai miei veri sogni. Presto però la promozione a neopatentato fu premiata da una bellissima sorpresa; non passarono neanche 24 ore e trovai le chiavi di un A112 Junior sopra il tavolo della mia stanza insieme a un grande biglietto di auguri da parte di mio padre. L’emozione e la felicità di questo grande regalo mi fecero prendere subito la decisione di festeggiare l'evento verso la mia meta preferita e così il giorno dopo insieme ad altri due amici partii da Roma per la più alta vetta di tutti gli Appennini. Alla partenza la temperatura nella Capitale era molto mite ma a pochi kilometri dall’arrivo ad un’altezza slm di 1200 mt gli spifferi che passavano dal mio finestrino mi avvisarono subito dell’aria frizzantina. Dopo qualche centinaia di metri sotto il cielo cupo ricoperto da nubi minacciose, due turisti lungo la strada deserta ci chiesero un passaggio. A prima vista la loro capigliatura assai bionda mi fece presto capire la nordica provenienza, infatti appena gli chiesi la loro meta mi risposero a fatica soltanto con una magica parola: ” neve,neve! “. Era incredibile,incontrai una coppia di Svedesi che partiti in treno da Latina andavano cercando la neve in Italia presi dalla crisi di astinenza. Ben presto lungo il percorso la pioggia fine si trasformò in nevischio cosicchè nel frattempo i due stranieri cominciarono a fare esclamazioni di contentezza urlando questa frase ancora impressa nella mia mente:”neve, neve !! questo è il nostro paradiso…”. In poco tempo calò nebbia fittissima e il nevischio si trasformò in una autentica bufera di neve impedendomi regolarmente la guida. La grande euforia generale che regnava in quella piccola A112 era tanta al punto di allontanare tutte le mie paure da principiante della strada in modo di farmi proseguire nonostante l’accumulo di neve e ghiaccio. Dopo una lenta e lunga salita tra vento, nebbia e fittissimi fiocchi arrivammo nella piazza che ancora oggi delimita la fine della strada asfaltata ad un’altezza di 2130 mt di quota. Parcheggiata la macchina ci accorgemmo di essere le uniche presenze umane in quello straordinario luogo silensioso disturbato soltanto dal soffio del vento e dal leggero candore degli ultimi “fiocchi cadenti “. Ormai la giornata stava finendo ma tentammo lo stesso di fermare il tempo risalendo a piedi la ripida salita che ci avrebbe portato presto al rifugio “ Duca degli Abbruzzi “ tra nebbia e quasi un metro di neve farinosa. Dopo tanta fatica arrivammo al rifugio posto ad un altezza di 2380 mt slm e incredibilmente la nebbia lasciò spazio all’azzurro intenso del cielo mettendo a nudo i fantastici scenari della catena del Gran Sasso. Il sole intimorito si nascose dal Corno Grande, dominatore assoluto di quella irreale dimensione, che insieme alle altre vette emergeva dal grigio tappeto di nubi come scogli nel mare increspato. L’emozione era immensa i brividi della pelle correvano impazziti sui corpi di tutti noi rimasti incantati da quel silenzio immortale e da quella paradisiaca e infinita atmosfera. Dopo qualche minuto di meritato riposo e pace assoluta ci lasciammo cadere nel candido letto della neve fresca scivolando fino giù nel fondo valle. Con immensa soddisfazione ritornammo al piazzale, ma il gelo e l’oscurità presero subito sopravvento su ogni cosa fino al punto di bloccare anche le serrature della macchina che grazie al prezioso intervento della coppia Svedese riuscimmo a riparare e a ripartire in tutta fretta. Nonostante tutto la temperatura continuò a scendere senza sosta gelando in poco tempo quei pochi centimetri di neve fresca che ricoprivano la strada, ma anche in questo caso la nostra uforia mi fu di grande aiuto trasmettendomi forza e coraggio. Per poche centinaia di metri andò tutto liscio ma alle prime curve la povera A112 si abbandonò in un terribile testacoda proprio dove a pochissimi metri cominciava un interminabile strapiombo. Di colpo tutta l’euforia dei nostri cuori si trasfomò in bruttissime scene di panico che miracolosamente terminarono quando l’automobile si appoggiò posteriormente sull’unico alberello posto sul ciglio della strada. Dopo aver tirato un lunghissimo sospiro di solievo, con spirito di ottimismo uscimmo cautelamente dalla macchina che con tanto sudore riuscimmo a rimettere in carreggiata e ripartire a passo d'uomo su quell’infinito fiume ghiacciato. La coppia nordica mostrò forte abitudine a tali condizioni meteo ma l’avventura di quel giorno resterà lo stesso impressa nei loro cuori, ormai incantati dall’enorme magia di quella straordinaria montagna. Difficile da credere, ma quella sera qualcuno nell’alto dei cieli decise la nostra fortunata sorte...

Autore : Luca Proietti

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.49: A14 Pescara-Bari

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Trani (Km. 638,1) e Molfetta (Km. 652,4) in direzione Bari dall..…

h 14.46: A14 Ancona-Pescara

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa ripristino incidente nel tratto compreso tra San Benedetto Del Tronto (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum