Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end discreto, poi ancora acqua al nord tra lunedì e martedì, mercoledì sul medio Adriatico

Temperature nettamente sopra media, ma la grande mitezza di questo periodo ha i giorni contati: durante la seconda decade di dicembre prevista sull'Europa centrale e probabilmente anche sull'Italia una SEVERA ONDATA di GELO con possibili risvolti NEVOSI anche in pianura su molte regioni.

Prima pagina - 5 Dicembre 2009, ore 07.53

GRANDE FREDDO SEMPRE più PROBABILE: questo lungo periodo mite presto potrebbe essere solo un ricordo. Dall'Artico è in arrivo il grande freddo. E' destinato con buona probabilità (oltre il 60%) a colpire tutta l'Europa centro-orientale e forse anche l'Italia (probabilità 55%). Quando? Un primo assaggio, giusto per abituarci ai rigori invernali, potremmo averlo già intorno a Santa Lucia, o forse anche prima, ma il freddo vero, quello destinato a portare anche la neve, con la solita carambola di reazioni mediterranee, quello potrebbe arrivare per la metà del mese e durare anche un bel po', magari sino a Natale. Questa conferma è anche una soddisfazione personale di MeteoLive, che da giorni crede in questa evoluzione, senza nasconderlo al suo pubblico. SITUAZIONE: la circolazione depressionaria che ancora insiste sul meridione della Penisola tende ad allontanarsi verso l'Egeo, ma ancora per qualche ora resterà determinante per il tempo al sud e lungo il medio Adriatico. Il fronte che invece si sta avvicinando al settentrione è reso inefficace da un temporaneo rialzo pressorio e produce solo velature innocue. EVOLUZIONE: domenica sera la pressione tenderà nuovamente a flettere sul settentrione e le correnti si disporranno da sud ovest introducendo aria più umida, ad annunciare il passaggio di un nuovo fronte tra lunedì e martedì. Questo peggioramento sarà purtroppo accompagnato da temperature miti, che rovineranno il Ponte degli sciatori sulle Alpi, portando pioggia alle basse quote e un po' di neve solo alle quote più elevate. Coinvolta anche la Toscana. LUNGO TERMINE: mercoledì il fronte scivolerà lungo l'Adriatico seguito da aria più fredda in arrivo da nord, che dispenserà qualche spruzzata di neve sui settori marchigiani ed abruzzesi. Da giovedì, ma soprattutto da venerdì 11 probabile rotazione delle correnti da nord-est con arrivo del primo pacchetto di aria fredda dall'est europeo, con conseguenze ancora tutte da valutare. OGGI: ancora instabile al sud con residui rovesci, specie su Puglia, Sicilia, Calabria, ma con tendenza a miglioramento. Nuvolaglia anche sul medio Adriatico con residui piovaschi, anche qui in miglioramento, bello sul resto del centro, al nord cielo velato con lunghi momenti soleggiati. Temperature in deciso rialzo al nord, in lieve calo altrove. DOMANI: nubi in aumento al settentrione nel corso della giornata, specie in Liguria, dove non mancheranno deboli piovaschi entro sera, nubi in aumento anche sulla Toscana, ma senza piogge, altrove tempo in prevalenza soleggiato o velato. Temperature senza grandi variazioni e ancora miti.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum