Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Verso la fine dell'anno tra tante nubi, un po' di pioggia, molto vento e tanta mitezza

Temperature particolarmente miti soprattutto al sud e sul medio versante adriatico, non particolarmente fredde neanche al nord. Brindisi bagnato per le regioni tirreniche e per la Sardegna. Con il nuovo anno è atteso un ridimensionamento delle temperature e il possibile ritorno della neve in pianura al nord.

Prima pagina - 30 Dicembre 2009, ore 07.23

SITUAZIONE: una struttura depressionaria a occhiale campeggia sullo scacchiere euro-atlantico in presa diretta con il vortice polare. L'asse di saccatura va a puntare il golfo di Biscaglia e attiva verso il nostro Paese un nutrito nastro di correnti sud-occidentali miti e variamente umide. Una perturbazione attraverserà in giornata il centro-nord con qualche piovasco a carattere sparso seguito da schiarite. Al sud prevarranno queste ultime o addirittura si avrà praticamente sole pieno, specie sulle Isole Maggiori. EVOLUZIONE: per la fine dell'anno una ulteriore perturbazione si porterà sull'Italia attivando forti venti di Libeccio e rovesci sparsi al settentrione, sulla Sardegna, l'Umbria e lungo tutte le regioni tirreniche. La neve sarà relegata alle Alpi. Con l'inizio del nuovo anno subentreranno correnti più fresche dai quadranti nord-occidentali, con calo delle temperature inizialmente più sentito al nord. VENTO: attenzione al vento nella notte di Capodanno, soprattutto al centro e al sud, dove si giocherà tra Libeccio, Ponente e Garbino. Problemi si potranno avere sulla Sardegna, dove sono previste mareggiate lungo le coste occidentali e possibili disagi alla navigazione di linea. Non si esclude qualche colpo di mare grosso anche sui litorali tirrenici, soprattutto su Lazio e Campania. NEVE: ce la dobbiamo aspettare solo sulle Alpi a quote oscillanti mediamente tra 800-900 metri (alto Piemonte, valle d'Aosta) e i 1200-1500 metri sul resto della catena montuosa. FREDDO: nuove conferme giungono dalle nostre carte a lunga gittata sulla possibile ondata di freddo anche per l'Italia nella prima decade di gennaio. Tra l'altro sembra possibile anche il ritorno della neve in val Padana tra il 4 e il 5 del nuovo mese. OGGI: una modesta perturbazione attraversa l'Italia risultando più attiva al centro-nord, dove saranno possibili deboli piogge a carattere sparso in progressiva attenuazione. Incerto ma asciutto al sud o addirittura soleggiato sulle Isole Maggiori, dove il maggior disturbo sarà dato da alcune velature di passaggio. DOMANI: nuovo peggioramento al nord e sulla Toscana con rovesci sparsi, in progressiva estensione alla Sardegna e a tutto il versante tirrenico fino alla Campania. Parzialmente nuvoloso lungo le regioni adriatiche o addirittura sereno su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Nel pomeriggio passaggio a tempo asciutto al settentrione, brindisi bagnato invece sulla Sardegna e sulle regioni tirreniche. Forte Libeccio in rotazione a Ponente, mareggiate in Sardegna. Clima mite al centro e al sud, non particolarmente freddo neanche al nord.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum