Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Una nuova perturbazione aggredisce l'Italia

Dopo una breve pausa, il tempo tornerà a peggiorare nelle prossime ore specie al centro. In serata qualche nevicata è attesa al nord. Domenica ancora occasione per nevicate anche in pianura al settentrione, che sul Piemonte potrebbero protrarsi fino alla giornata di lunedì.

Prima pagina - 23 Febbraio 2013, ore 07.21

Questa mattina esordiamo con la foto inviataci dallo spazio tramite satellite.

Ben si nota il malloppo nuvoloso che in queste ore ha già raggiunto la Sardegna, dove sono in atto le prime precipitazioni. Sul resto della Penisola c'è stata la prevista attenuazione dei fenomeni, una sorta di breve intervallo tra una perturbazione e l'altra.

Nel corso della giornata, la nuvolosità e le precipitazioni tenderanno a spostarsi abbastanza rapidamente verso levante e tra il pomeriggio e la serata saranno causa di piogge anche intense sulle regioni centrali, in modo particolare lungo il versante tirrenico.

La cartina di previsione valida per il pomeriggio-sera della giornata odierna non ha dubbi. Ecco le piogge intense che colpiranno prima la Sardegna e a stretto giro il Lazio, la bassa Toscana ed in modo particolare la Campania ( dove avremo anche il rischio di temporali).

La parte sommitale della perturbazione tenderà, sempre tra il pomeriggio e la serata, a coinvolgere i settori meridionali del settentrione (Basso Piemonte, bassa Lombardia, Liguria ed in modo particolare l'Emilia Romagna) dove avremo precipitazioni nevose fino in pianura. Nevicherà anche a quote collinari sull'alta Toscana e su 500-700 metri tra Umbria e Marche.

Resteranno un po' ai margini le estreme regioni meridionali e i settori più settentrionali del nord (segnatamente le Alpi) dove le precipitazioni saranno scarse.

Cosa accadrà nei prossimi giorni? Il minimo depressionario questa volta non "scapperà" verso levante, ma tenderà a rinculare verso il Golfo Ligure nella giornata di domenica. Di conseguenza, la neve portrebbe estendersi nuovamente a gran parte delle pianura del nord, in modo particolare del nord-ovest.

L'aria molto fredda in ingresso dal Rodano potrebbe colpire la Sardegna da ovest e il Tirreno da sud-ovest ( libeccio freddo) che sarà causa di un calo de limite delle nevicate su queste zone.

Lunedì, infine, la depressione si posizionerà tra la Costa Azzurra e la Corsica, rinnovando condizioni di instabilità e neve segnatamente al nord-ovest.

Insomma, come potete ben capire, si tratta di una situazione di non facile "guarigione". Probabilmente per avere un rialzo termico più sensibile ed una parziale attenuazione dei fenomeni si dovrà aspettare martedì. Ne riparleremo.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum