Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un po' di temporali e meno caldo ma...

da venerdì torneremo a soffrire parecchio. Vediamo insieme come evolverà la situazione. Intanto nel fine settimana qualche temporale si è verificato qua e là e le temperature non sono più aumentate. Resta grave la situazione siccità.

Prima pagina - 16 Giugno 2003, ore 07.42

CURIOSITA' Come mai con tutto questo caldo i piromani non si sono scatenati? Ce lo siamo chiesti tutti ma la risposta è facile: perchè non c'è stato vento sufficiente ad attivare incendi di grandi proporzioni. Il piromane è un assassino della natura ma non è stupido: senza Maestrale, Libeccio o Scirocco forte non c'è soddisfazione ad appiccare il fuoco. Nelle città arroventate meno zanzare? Solo merito della disinfestazione? Assolutamente no. Provate a guardare il colore dei prati, provate a cercare una pozzanghera. E' tutto secco: un caldo così torrido ha messo localmente e temporaneamente ko anche le zanzare. Ma non temete, ritorneranno in massa al primo temporale. CRONACA: i temporali nella Bergamasca, Torinese e Cuneese sono stati gli ultimi di una serie di manifestazioni temporalesche isolate ma piuttosto forti che ci hanno interessato nell'ultimo fine settimana. Nel Veneto tra venerdì sera e sabato sera locali dissesti idrogeologici, con ingrossamento di torrenti, smottamenti e colate detritiche sull'area dolomitica. Di seguito i valori di pioggia più rilevanti: - sabato 14 a Sappada totale giornaliero 65 mm, di cui 37 mm in 30 minuti - venerdì 13 a Passo Pordoi totale giornaliero 72 mm, di cui 58 mm in ora e 39 mm in mezz'ora (valori record per questa località) - venerdì ad Arabba totale giornaliero 44 mm, di cui 27 mm in 30 minuti. ALCUNI DATI INTERESSANTI DAL VENETO Da segnalare fra tutti i 36.1°C di Feltre, vicinissimi al massimo assoluto degli ultimi anni di 36.5°C dell'11 agosto 1998, e il valore record (34.8°C) di Longarone, da quando la regione Veneto effettua misurazioni in questa località (1984). Da evidenziare anche i 34.9°C ad Agordo, i 33.4°C a Domegge, i 30,3°C in Valmenera (dove quindi si può passare dai -30°C in inverno ai +30°C d'estate, con un'escursione di ben 60°C!), i 29°C di Cortina, i 26°C del Passo Monte Croce Comelico (1620 m), 27°C al Crep di Pecol (Zoldo Alto-1811 m), 24°C ad Arabba, 20°C sui passi Falzarego e Valles e 10°C sulla Marmolada (qui il record è attorno a 13°C). In diverse località sono stati raggiunti o superati i valori massimi assoluti per il mese di giugno. Per questo mese si deve parlare di ondata di caldo quasi eccezionale, anche se, paradossalmente, un periodo di caldo del tutto paragonabile si ebbe nel giugno dell'anno scorso (pochi altri casi prima del 2002). Se invece, più correttamente, consideriamo questa ondata di caldo nel suo contesto tipicamente estivo (senza considerare il mese), essa va classificata, per il Bellunese, come uno delle 10 più intense e durature degli ultimi 20 anni. Al contrario della parte bassa della provincia, dove non piove diffusamente dal 2 giugno, sul settore dolomitico i temporali pomeridiani non mancano(anche se non apportano un gran refrigerio) e localmente risultano di forte intensità, con violenti rovesci, grandinate e raffiche di vento. A Sappada sabato si è avuto un temporale violentissimo, con una pioggia di 39 mm, di cui 30 mm sono caduti in soli 15 minuti (30 litri per metro quadro in un quarto d'ora!). Un tale intensità rappresenta il nuovo record per questa località, visto che il valore massimo assoluto in 15 minuti venne registrato il 14 agosto 1970 (25 mm). SITUAZIONE: Un temporaneo ritiro verso ovest dell'anticiclone delle Azzorre, un contemporaneo calo dei geopotenziali sul Mediterraneo centrale e il passaggio di una perturbazione sull'est europeo che fa affluire aria più fresca in quota, è il chiaro segnale di una moderata instabilizzazione del tempo che si manifesterà tra il pomeriggio odierno e la giornata di mercoledì, investendo dapprima il nord e parte del centro, poi ancora il centro e parte del meridione. Un minimo al suolo andrà approfondendosi nelle prossime ore in Valpadana contribuendo allo sviluppo di temporali. Mercoledì il passaggio di un sistema frontale a nord delle Alpi sarà il segnale di una velocizzazione della corrente a getto che favorirà una nuova espansione dell'alta pressione azzorriana in direzione del nostro Paese. La temporanea rotazione delle correnti a nord per giovedì determinerà un effimero sollievo alla calura. Con il ritorno dell'alta presione da venerdì in poi (non si sa sino a quando) il gran caldo ritornerà prepotente con punte nuovamente superiori ai 35°C. PREVISIONI OGGI: al nord locali cellule temporalesche tra Mantovano, Ferrarese e più in generale su alta Romagna, altrove dapprima parzialmente soleggiato con qualche addensamento locale, in seguito tendenza a temporali sparsi, soprattutto verso sera. Fenomeni meno probabili in prossimità delle coste. Temperatura in lieve ulteriore calo. Qualche violenta raffica di vento e isolate grandinate nei temporali. Al centro instabilizzazione su Marche, rilievi toscani e laziali, Abruzzo, Umbria con possibili temporali pomeridiani; più sole lungo le coste toscane e laziali, nonchè sulla Sardegna. Temperatura senza grosse variazioni. Venti deboli. Al sud e sulla Sicilia bel tempo con qualche isolato focolaio temporalesco in montagna nelle ore pomeridiane. Temperature stazionarie. Venti deboli. DOMANI: Temporali frequenti al nord, rilievi toscani, Umbria e medio Adriatico, per il resto ancora soleggiato. Più fresco al nord, meno caldo altrove, in serata peggiora su Lazio, Toscana e Campania con temporali.

Autore : Alessio Grosso e Bruno Renon

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.42: A14 Bari-Taranto

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Gioia Del Colle (Km. 709,6) e Acquaviva Delle Fonti (Km. 697,6)..…

h 12.42: A2 Napoli-Salerno

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Castellammare Di Stabia (Km. 22,5) in uscita in direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum