Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimi scampoli d'autunno, da NATALE entrerà in scena L'INVERNO

Ancora variabilità sull'Italia nelle prossime 48 ore con femomeni però prevalentemente concentrati in Adriatico e al sud. Da sabato 20 a mercoledì 24 parentesi abbastanza buona e mite, da Natale prima moderata offensiva del freddo con qualche spunto nuvoloso possibile tra nord e centro Italia. A Capodanno forse freddo più severo.

Prima pagina - 18 Dicembre 2008, ore 07.34

SITUAZIONE: un fronte occluso tende a ripresentarsi da est lungo le regioni adriatiche e sul Triveneto dando luogo a modesti fenomeni sparsi. Sui versanti occidentali è già in atto il miglioramento indotto dalla progressiva rimonta di un campo di alta pressione in espansione da ovest. EVOLUZIONE: nel fine settimana ulteriore miglioramento. I massimi pressori si manterranno però a nord delle Alpi inducendo così una sorta di ricaduta favonica sulle nostre regioni settentrionali con episodi di foehn e clima mite. Un po' di variabilità insisterà sui versanti adriatici e sul meridione, nonchè sui crinali alpini altoatesini ma con fenomeni scarsi o assenti ma in un contesto più fresco. SETTIMANA di NATALE: sino alla vigilia di Natale l'alta pressione riuscirà a contenere le sfuriate invernali in arrivo dal nord Europa deviandole sui Balcani. Per il giorno di Natale però l'indebolimento del suo fianco orientale e la tendenza a spostare i suoi massimi verso la Scandinavia, favorirà la retrogressione di un vortice freddo dall'est europeo con afflusso di aria fredda sul nostro Paese e anche possibile richiamo di aria umida per la formazione di un blando minimo al suolo tra Sardegna e Baleari. Di conseguenza non si esclude qualche spunto nevoso a quote basse tra nord e centro Italia. Da sabato 27 dicembre diminuirà temporaneamente l'apporto di aria fredda sul nostro Paese e il tempo tenderà nuovamente a migliorare. SETTIMANA di CAPODANNO: da domenica 28 un nuovo più intenso afflusso di aria fredda, questa volta di matrice artica continentale e dunque in arrivo da nord, raggiungerà il centro Europa valicando le Alpi da lunedì 29 provocando un sensibile calo termico ovunque, intensa ventilazione di Tramontana, cieli sereni al nord e sui versanti tirrenici, condizioni instabili su medio Adriatico e meridione con possibili nevicate. Neve che cadrà ovviamente abbondante anche sui versanti esteri delle Alpi. ATTENZIONE: tutte le prognosi sono da confermare. Risulta piuttosto attendibile quella di Natale, molto più in dubbio l'evoluzione per Capodanno. OGGI: nuvolosità variabile sul nord-ovest in dissipazione e passaggio a tempo soleggiato, sul Triveneto e l'Emilia-Romagna rientro di nuvolosità da est con qualche sporadico fenomeno, più probabile sul Friuli Venezia Giulia, migliora in serata. Sulle centrali tirreniche e la Sardegna cielo poco nuvoloso con qualche passaggio nuvoloso generalmente innocuo, più probabile sul basso Lazio; su Marche ed Abruzzo nuvolosità irregolare con locali piovaschi ma con tendenza a schiarite, incerto sul meridione con qualche spunto temporalesco sparso o brevi rovesci. Fenomeni più probabili su Sicilia, Calabria e Puglia. Temperature in aumento al nord-ovest, senza grandi variazioni altrove, venti moderati da nord-ovest al centro-sud e nelle Alpi, deboli in Valpadana.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum