Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultime note d'instabilità prima del SOLLEONE

Ancora un po' di instabilità termoconvettiva a carattere sparso, poi l'anticiclone (africano) con tempo stabile e temperature in salita.

Prima pagina - 28 Luglio 2016, ore 08.00

SITUAZIONE. L'anticiclone delle Azzorre, restandosene defilato sull'ovest Europa, agevola lo scivolamento di una massa d'aria un po' più fresca ed instabile che dai settori oceanici, interessano il centro Europa e parte dell'Italia, agevolando la persistenza di fenomeni d'instabilità a carattere locale. In questa sede, mancando il contributo offerto da un sistema frontale organizzato, i temporali hanno privilegiato soprattutto le aree montuose, escludendo la fascia costiera. Nonostante la presenza di queste infiltrazioni fresche in quota, negli strati prossimi al suolo il caldo si fa sentire non tanto per i valori di temperatura effettivamente raggiunti, quanto per gli alti tassi di umidità relativa che rendono il caldo assai afoso. 

EVOLUZIONE. Non sono buone le notizie per chi si aspetta nei prossimi giorni, l'arrivo di temperature più fresche o comunque una riduzione dei tassi di umidità relativa, non è infatti previsto alcun ricambio deciso di massa d'aria, anzi il sopraggiungere di una "bolla" calda di origine subtropicale, determinerà sul nostro Paese valori particolarmente elevati, soprattutto nelle zone interne.

TEMPERATURE. Parlando di numeri, al momento i modelli a nostra disposizione stimano valori superiori a +35°C nelle zone interne di tutto il Paese. Naturalmente questo non vuol dire che tali valori verranno raggiunti OVUNQUE appena un po' più lontani dal mare, i picchi più intensi andranno infatti a manifestarsi nelle zone vallive esposte a molte ore di intensa radiazione solare, magari senza la presenza di boschi e rilievi atti ad attenuare la calura e gli esuberi termici. Tali condizioni verranno a crearsi soprattutto sulla Valpadana, nelle zone interne del centro e del sud Italia, nelle zone interne delle due isole maggiori.

INSTABILITA'. Con l'arrivo dei primi giorni di agosto, la coda di una perturbazione lambirà l'arco alpino, portando qualche fenomeno di instabilità sulle regioni settentrionali. Previsto in questa sede qualche possibile temporale anche intenso, ridossato però alle zone dell'altissima pianura limitrofe alle Prealpi. Qualche fenomeno un po' più organizzato sul Triveneto.

LUNGO TERMINE. Due parole riguardo la prima decade di agosto che, allo stato attuale, sembrerebbe trascorrere in larga misura sotto la protezione dell'alta pressione. La corrente a getto sempre piuttosto tesa, continuerebbe invece a scandire i ritmi del tempo sui settori settentrionali d'Europa, avendo scarse ripercussioni sul tempo di casa nostra. Due circolazioni, quella polare e quella subtropicale che funzioneranno un po' come due compartimenti stagni, viaggiando di pari passo ma senza ancora disturbarsi tra di loro.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.18: A27 Mestre-Belluno

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Allacciamento A57 Torino-Trieste/Raccordo Per Tessera e Vittorio Ven..…

h 05.13: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Svincolo SS.412 Della Val Tidone: Pavia-Opera (Km. 26,2) e Allacciam..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum