Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Spallata anticiclonica, poi da giovedì riparte l'Atlantico, ma sarà solo un giro di prova

I refoli di coda della colata artica giunta nel weekend sull'Italia insistono sulle nostre regioni meridionali dispensando le ultime nevicate a bassa quota sul Gargano, sui monti calabresi meridionali e siculi settentrionali. In seguito temperature in aumento, ma da giovedì peggiora al centro-nord per una perturbazione atlantica.

Prima pagina - 2 Febbraio 2010, ore 07.47

AVVENNE IN QUESTI GIORNI: 2 Febbraio 2005, a Campo Felice (L'Aquila) il termometro scende a -24 gradi. Lo stesso giorno ma del 1999 a Livigno vengono rilevati -31 gradi. Il 3 Febbraio 1956 la stazione del Monte Cimone registra al proprio record di –21,8 gradi. Il 3 Febbraio 1929 Napoli scende a –7°C, Bari a –4°C, Livorno a –6°C. SITUAZIONE: il blocco depressionario facente capo al vortice polare sposta il suo asse sui Balcani, per venir poi fagocitato dal collega canadese, decisamente in forma migliore. Lo spazio sul Mediteraneo lasciato vacante verrà occupato da un promontorio anticiclonico di poche pretese, il quale tra oggi e domani sarà comunque in grado di riportare il sole e addolcire il clima a partire dalle nostre regioni centro-meridionali. EVOLUZIONE: tra giovedì e venerdì la testa dell'alta pressione verrà "piallata" da una perturbazione atlantica, collegata ad una saccatura in allungo dalla regione canadese. Tale sistema frontale sospingerà aria mite sulle nostre regioni, flusso che risulterà più attivo al centro e al sud, dove più sensibile sarà il rialzo delle temperature. Al nord la perturbazione potrà invece portare ancora un po' di neve in pianura, segnatamente su Piemonte e ovest Lombardia. Un buon bottino è atteso invece su Alpi e Appennino. TEMPERATURE: ancora su valori decisamente bassi, soprattutto al nord durante la notte; sono previste in graduale rialzo a partire dal centro e dal sud, rialzo avvertibile in particolare a partire da mercoledì. Al nord i termometri saliranno più rapidamente in montagna. NEVE: gli ultimi fiocchi sono attesi oggi sul Gargano fin verso i 400 metri, sull'Aspromonte intorno a 500 e sui monti Nebrodi e Peloritani mediamente sui 600. I fenomeni tenderanno ad attenuarsi in giornata sul Gargano, resisteranno invece anche nel pomeriggio sulle restanti zone indicate. OGGI: bella mattinata di sole su gran parte d'Italia. Gli unici disturbi saranno concentrati lungo i rilievi alpini di confine centro-orientali dove è atteso qualche fiocco portato da nord, sul Gargano, dove dovremo attenderci le ultime nevicate fin verso i 400 metri di quota e tra l'Aspromonte e i monti settentrionali siculi, dove invece li ritroveremo tra 500 e 600 metri. Nel pomeriggio aumentano le nubi al nord e successivamente anche su Toscana, Umbria, Marche e Sardegna, ma eventuali fenomeni saranno essenzialmente limitati a qualche fiocco portato da nord sulle creste alpine di confine e sull'alta Valle d'Aosta. Ancora freddo ovunque. DOMANI: nuvolaglia sulle regioni tirrenche, Umbria, Sardegna e ovest Sicilia, per la rotazione dei venti dai quadranti occidentali. Qualche piovasco possibile tra Lazio e Campania, con deboli nevicate sui monti dell'entroterra intorno a 600 metri. Più sole al nord, sulle regioni adriatiche e joniche, con qualche velatura in transito al settentrione e temporanee innocue stratificazioni di passaggio sul Salento. Temperature in incipiente graduale e generale rialzo.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.26: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e..…

h 18.21: TG-BO Tangenziale Di Bologna

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo 4 Aeroporto Bologna Borgo Panigale (Km. 9,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum