Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Si apre una settimana di grande passione invernale sull'Italia: si comincia con una nevicata a bassa quota sul centro-nord Appennino

Coinvolta da una leggera spolverata anche la Valpadana meridionale. Martedì replica su Alpi centro-orientali e Appennino ligure ed emiliano. Da mercoledì aria freddissima raggiungerà la Francia ed entro giovedì sera una profonda depressione potrebbe colpire l'Italia con vento, pioggia e poi anche neve, ma con fenomeni di difficile ubicazione.

Prima pagina - 4 Gennaio 2010, ore 07.02

SITUAZIONE: una debole perturbazione sta attraversando il centro-nord del Paese, risultando più attiva sull'Appennino centro-settentrionale, la bassa Valpadana e la Toscana. I fenomeni ad essa associati, che risultano e risulteranno nevosi sino alle basse quote, sono comunque destinati ad esaurirsi entro il pomeriggio. EVOLUZIONE: una massa d'aria gelida di notevole intensità raggiungerà la Francia dal nord Europa favorendo una graduale rotazione delle correnti da SW sull'Italia, con annesso il passaggio di un nuovo corpo nuvoloso sulle regioni centrali, l'Emilia-Romagna, parte della Lombardia, l'Appennino ligure ed il Triveneto, nel pomeriggio-sera di martedì. Questa volta però le termiche risulteranno più alte e le precipitazioni nevose interesseranno le basse quote (ma non le pianure) solo al nord. Epifania ancora con tempo instabile sull'Italia, ma con pochi fenomeni, tutti ancora da decifrare. DEPRESSIONE PAZZA: giovedì 7 la lingua di aria gelida favorirà con buona probabilità la formazione di una profonda depressione sviluppata a tutte le quote proprio sulla verticale del nostro Paese. Dopo un richiamo di forti correnti sciroccali con conseguenti piogge, vento e nevicate sulle Alpi e forse su parte del nord-ovest, seguirebbe una fase più fredda con rovesci di neve che interesserebbero quasi tutto il centro-nord e la Sardegna sino alle quote pianeggianti, Capitale compresa. Ovviamente si tratta di una congettura, nel contesto di un caos previsionale che, sta mettendo a nudo ancora una volta quanto sia difficile per i modelli avere a che fare con la complessa orografia italiana. OGGI: un po' di neve debole al mattino su Valpadana centro-meridionale in movimento da ovest verso est, ma senza conseguenze importanti, tendenza ad attenuazione. Fenomeni sporadici anche nelle Alpi. Neve debole tra Liguria ed Emilia-Romagna, in attenuazione dal tardo pomeriggio, tranne sull'Appennino emiliano, dove potrebbe persistere debolmente anche nella notte. Al centro debolmente perturbato con qualche piovasco lungo le coste e deboli nevicate in quota oltre i 300-500m, pur con limite in graduale rialzo. Fenomeni più diffusi sulla Toscana. Al sud irregolarmente nuvoloso, con qualche precipitazione sparsa possibile sulle zone peninsulari, nevosa sui 500-700m in Appennino, ma anche qui con limite in rialzo e con fenomeni in attenuazione. Asciutto sulle estreme regioni meridionali e la Sicilia. Temperature in aumento nei valori massimi al centro-sud, in lieve calo al nord, ma solo in pianura.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum