Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Settimana instabile con un ciclone in incubazione sul meridione d'Italia

I titoli di MeteoLive.it: instabilità diffusa sull'Italia, al nord ancora nevicate in montagna -Giovedì ospiteremo un piccolo ciclone -Incerta la traiettoria di una massa d'aria gelida in arrivo dal nord Europa a fine mese -La neve su Torino olimpica e le prospettive per la settimana.

Prima pagina - 20 Febbraio 2006, ore 07.36

COMMENTO (neve di Torino) I fronti caldi sono sempre utilissimi alla causa della pioggia. Purtroppo interessano l'Italia solo per pochi mesi all'anno perchè risultano produttivi solo in caso riescano a sovrascorrere su una massa di aria più fredda. E' quello che è accaduto ieri sul nord-ovest, dove le precipitazioni sono risultate continue per gran parte della giornata prima che giungesse il fronte freddo. Il fronte caldo, a dispetto del suo nome, non ha richiamato uno scirocco devastante in Valpadana ed ha pertanto consentito nevicate a quote basse, anche più basse di quanto previsto, così si spiega la neve a Torino, raggiunta più che altro dall'aria fredda delle vallate. Poi il fronte freddo è arrivato davvero attivando a precederlo venti di Scirocco anche intensi che hanno notevolmente scaldato la Valpadana, in primis la Lombardia, che guadagnava quasi 3°C in meno di un'ora. Tuttavia sul Piemonte occidentale resisteva uno strato freddo che, coadiuvato anche in quota da valori intorno allo zero o a -1°C e dalla formazione di TEMPORALI, ha favorito la prosecuzione della nevicata. Con il transito del fronte freddo la temperatura è poi nuovamente diminuita senza però portare la neve ad invadere le pianure. SITUAZIONE: l'Italia è inserita in una circolazione depressionaria con un fronte freddo che oggi insisterà soprattutto tra regioni centrali tirreniche, Campania e Triveneto, recando ulteriori rovesci e anche qualche temporale con neve in quota sulle Alpi. EVOLUZIONE: martedì e mercoledì permarrà la situazione depressionaria e ritroveremo ancora condizioni di instabilità su tutte le nostre regioni, GIOVEDI l'approfondimento di un minimo barico al suolo a ridosso della Sicilia e in movimento verso il Golfo di Taranto recherà un sensibile peggioramento su gran parte del Paese con venti e piogge intense sulle regioni esposte alle correnti umide richiamate dalla depressione. FINE MESE: una importante colata di aria gelida scenderà dall'estremo nord dell'Europa verso sud. Ancora non ci è dato di sapere se sarà in grado di raggiungere anche il nostro Paese. Seguite gli aggiornamenti! DA NOTARE: la scomparsa temporanea della depressione d'Islanda, al suo posto per alcuni giorni ritroveremo un forte anticiclone con massimi di 1030hPa, è il segnale di una anomalia che porterà certamente conseguenze perturbate sul nostro Paese. OGGI: nubi e rovesci anche temporaleschi su Lombardia, Triveneto e regioni centrali tirreniche, anche sulla Campania possibili temporali, qualche schiarita sull'estremo nord-ovest (segnatamente Piemonte e Valle d'Aosta). Sul resto del sud tendenza a peggioramento e anche qui possibili rovesci. In serata temporaneo miglioramento al nord. Temperature in calo in montagna al nord, stazionarie al piano, in calo al centro, stazionarie al sud. DOMANI: ancora instabile su gran parte del Paese con rovesci sparsi o brevi temporali, brevi nevicate al nord oltre i 400-600m, sull'Appennino centrale oltre i 700(Toscana)-1100m, temperature in calo al nord e su gran parte del centro.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.00: SS597 Di Logudoro

incidente

Incidente a 6,683 km prima di Incrocio Chilivani - Intersezione SP63 (Km. 27,2) in direzione Alla..…

h 21.56: A10 Genova-Ventimiglia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Arenzano (Km. 20,2) e Allacciamento A26 Ge Volt..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum