Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

SEQUENZA TEMPORALESCA IMPRESSIONANTE

I temporali hanno spazzato il centro-nord tra il pomeriggio di ieri e la nottata. Ora è il turno del meridione. Un promontorio anticiclonico si protende sul nord Italia, dove il tempo è migliorato: le schiarite si stanno estendendo a tutte le regioni centrali. Domenica discreta con nubi sul nord-est, da lunedì nuovo marcato peggioramento.

Prima pagina - 15 Settembre 2001, ore 06.54

COMMENTI: ben ritrovati su MeteoLive. Non sappiamo davvero da dove cominciare a raccontarvi quanto successo ieri, perchè non basterebbe un libro intero. La meteo ci ha fatto vivere momenti entusiasmanti, alternati ad attimi di paura e sconcerto: una serie di violenti temporali si è abbattuta sul nord Italia, colpendo soprattutto il Piemonte e la Lombardia, dove si sono verificate anche delle grandinate rovinose: è il caso dell'astigiano e della Lomellina, nel Pavese. Una tromba d'aria si è abbattuta nel piacentino provocando una vittima. Nevicate sulle Alpi intorno ai 1500 m circa, in particolare sul settore retico e sulle Dolomiti. I temporali non hanno dato tregua nemmeno alla Toscana e tra la sera e la notte si sono scatenati sul Lazio, senza risparmiare la Capitale. Notevole ovunque l'attività elettrica. In cronaca troverete oggi TUTTI GLI APPROFONDIMENTI di un pomeriggio di forte maltempo. Ora concentriamoci su quanto sta accadendo. SITUAZIONE GENERALE E SINTESI PREVISIONALE il minimo barico presente sul Mar Ligure ha originato un'occlusione che sta ormai abbandonando il nostro settentrione. La bassa pressione si è spostata sull'alto Adriatico, ove si sta gradualmente colmando. Al centro è passato il fronte freddo annesso che, nel momento in cui scriviamo sta investendo Campania, Molise, nord della Puglia e della Basilicata. Nelle prossime ore i temporali saranno dunque ancora protagonisti su gran parte del meridione, ad eccezione della Sicilia occidentale. I fenomeni potrebbero anche risultare violenti. Si consiglia prudenza negli spostamenti. Al nord il Favonio annunciato si è manifestato con netto ritardo e in forma ridotta sia per la formazione del ramo d'occlusione, sia per l'aumento barico che si è verificato su entrambi i versanti alpini e non solo a nord di essi. In questo caso infatti non c'è lo scarto necessario per la formazione di un Foehn intenso. In ogni caso il tempo è migliorato nettamente su tutto il nord-ovest ed entro qualche ora sarà sereno anche sul nord-est, anche se il Friuli potrebbe ancora risentire di qualche residuo fenomeno pomeridiano. Anche al centro le nuvole stanno lasciando il posto ad ampie schiarite. L'ingresso dell'aria fredda ha sensibilmente ridimensionato la temperatura su tutto il centro-nord. Nel frattempo un altro sistema perturbato è in viaggio verso le Alpi ed eroderà velocemente il promontorio anticiciclonico di cui abbiamo parlato. Domani, domenica, influenzerà il tempo delle zone alpine e del nord-est. Lunedì invece si scaverà una depressione alle quote superiori che tra martedì e mercoledì troverà rispondenza anche in quota, instabilizzando notevolmente il tempo di tutta la Penisola. Approfondimenti nella "Sfera di cristallo".

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum