Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

RITA in azione su Port Arthur e Beaumont ma perde forza

I titoli di MeteoLive.it: -L'uragano perde forza, presto declassato a categoria 2 -Sull'Italia si apre periodo incerto con rovesci solo locali -A fine mese o nei primi giorni di ottobre probabile sfuriata autunnale.

Prima pagina - 24 Settembre 2005, ore 07.52

URAGANO RITA: Rita ha cominciato il suo approdo (landfall). L'impatto per il momento non è stato disastroso. Ha mantenuto la traiettoria che i meteorologi si aspettavano con obiettivo Port Arthur e Beaumont. Si prospetta un declassamento alla categoria 2. In ogni caso già domattina la pressione all'interno del ciclone salirà rapidamente portandosi a 990mb e poi addirittura a 1000mb. Le prossime ore saranno dunque le peggiori. L'uragano si muoverà lungo il confine con la Louisiana raggiungendo anche la parte meridionale dell'Arkansas. Ricordiamo che i venti da uragano interessano al momento circa 150km di costa e i venti da tempesta tropicale circa 300km. PUNTO SUGLI URAGANI: il centro nazionale uragani ha reso noto attraverso il suo Direttore Mayfield che si tratta di un ciclo climatico e che non esiste alcuna prova che autorizzi a pensare in modo netto che nell'aumento dell'intensità degli uragani vi sia la mano dell'uomo. In ogni caso nel nord Atlantico gli uragani sono aumentati da 6-7 a 8-9 per anno, negli ultimi 15 anni gli uragani più intensi sono passati da 16 a 25. Negli anni 70 la media annuale degli uragani più forti era 10, ora è 18! Negli ultimi dieci anni però il numero TOTALE degli uragani è complessivamente diminuito. SITUAZIONE ITALIANA: in Italia un lieve rialzo della pressione atmosferica favorisce una stabilizzazione anche sull'Italia meridionale. L'aria però resta leggermente umida, favorendo qualche addensamento locale. Domani giungerà una debole perturbazione al nord e un canale di bassa pressione andrà scavandosi sul basso Tirreno favorendo una nuova instabilizzazione. EVOLUZIONE: ci trascineremo così con un po' di instabilità sino a venerdì prossimo quando si avvicinerà una perturbazione più intensa che nel primo week-end di ottobre porterà un netto peggioramento su gran parte del Paese con calo termico e vento: una sfuriata autunnale di cui si parlerà molto su MeteoLive nei prossimi giorni. PREVISIONI OGGI: nuvolaglia sparsa con ampie schiarite al nord e al centro e ancora residui acquazzoni al meridione, specie sulla Puglia, tendenza a miglioramento. Nel corso della giornata passaggio di cirri e qualche cumulo in Appennino e sulle Alpi. Venti deboli da nord al meridione, deboli variabili altrove. Temperature miti. DOMANI: nubi in aumento al nord-ovest ma con piogge solo sporadiche e di breve durata, più probabili nel pomeriggio-sera, altrove dapprima bel tempo ma con tendenza ad aumento della nuvolosità sulle isole maggiori associato a rovesci sparsi verso sera, addensamenti anche sull'Appennino centro-meridionale con isolati temporali pomeridiani, più sole lungo le coste. Temperature in lieve diminuzione, venti che tenderanno a disporsi dai quadranti meridionali.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.19: A1 Firenze-Roma

blocco incidente

Traffico bloccato causa incidente nel tratto compreso tra Fabro (Km. 428) e Orvieto (Km. 451,4) i..…

h 01.52: SS114 Orientale Sicula

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 155 m prima di Incrocio Taormina (Km. 48,9) in entrambe le direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum