Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Piemonte e Valle d'Aosta ad un passo dall'alluvione

In alcune zone piove ormai senza tregua da 3 giorni. Evacuate mille persone, chiesto lo stato di calamità naturale. La situazione più preoccupante si registra nella valle dell'Orco dove si conta anche una vittima. Alba livida in tutto il Canavese in balia delle acque, ancora chiusa l'autostrada Torino-Aosta. Crollati diversi ponti. Valle d'Aosta in ginocchio, capoluogo isolato, autostrada chiusa.

Prima pagina - 15 Ottobre 2000, ore 08.03

Interrotta la statale del Sempione, del Moncenisio così come la linea ferroviaria Torino-Milano. Anche in Lombardia é massima allerta: dopo la pausa di ieri sera é ripreso a piovere. Il lungolago di Locarno in Svizzera é sott'acqua e il livello cresce di 4 cm l'ora, stessa situazione a Como ma qui le acque sono stazionarie. Il maltempo visiterà oggi gran parte della Penisola con temporali sul versante tirrenico, ma si accanirà purtroppo con violenza sul nord-ovest. Una graduale attenuazione dei fenomeni é prevista solo a partire da lunedì pomeriggio. La tregua durerà sino a giovedì sera. Lo scrosciare della pioggia fa paura in tutta la val Locana. Alla testata si trova il borgo incantato di Ceresòle Reale, dominato dall'imponente diga che rifornisce Torino d'elettricità. Si scende da lì verso valle con le acque dell'Orco che ruggiscono sotto una pioggia battente e un clima eccessivamente mite. Molti i casolari abbandonati nelle frazioni vicine, a testimonianza di una scarsa vena turistica. E se non c'é il turismo non c'é denaro, e senza soldi i comuni non possono fare miracoli anche sul fronte della salvaguardia dell'ambiente. Il degrado é massimo poco prima di giungere a Noasca, ove si vivono ora d'ansia. La corrente é talmente forte che non riusciamo a sentire quanto ci dice un volontario della protezione civile. Ad alimentare l'Orco più a sud ci pensa il Soana e a Cuorgné gli effetti si vedono tutti con l'acqua che ormai la fa da padrone, invadendo le zone più esposte. Molta la gente che segue la situazione lungo gli argini, moltissimi i volontari che si rendono utili. La gente ha capito la gravità del momento, la televisione meno, perché se non ci sono i morti la cosa non fa notizia, ma anche laddove ci sono come in Svizzera, il telegiornale delle 20 della TSI gli ha dedicato un breve servizio come se la tragedia di Gondo fosse avvenuta in India. Bombardati i centralini di MeteoLive per avvisarci invece della piena della Dora Baltea, della chiusura della Torino-Aosta e dei ponti crollati. E' infatti sempre più grave la situazione in Valle D'Aosta: capoluogo isolato, bassa Valle allagata. Non si arriva più ad Aosta provenendo da Torino o Milano: l'autostrada è chiusa. Anche la ferrovia è chiusa e la strada statale è interrotta in più punti. La zona di Arnad è allagata, interrotta la Val Veny, qualche chilometro oltre Courmayeur. Maltempo ieri anche nel Cagliaritano. Ma l'emergenza non é finita: con l'avvitamento del vecchio "IKE" intorno ad un minimo realtivo sul mar Ligure, i fenomeni si accentueranno non solo sul nord-ovest ma si estenderanno anche al Veneto, all'Emilia e al versante tirrenico fino alla Calabria. Le piogge su queste zone assumeranno prevalentemente carattere temporalesco. Verso sera i temporali potrebbero guadagnare anche la Romagna, le Marche, l'Abruzzo e il Molise. Temporali sono in atto nel grossetano. Riteniamo comunque molto alto fino a lunedì mattina il rischio di nubifragi sul trittico nord-occidentale. La neve in montagna continua a cadere a quote troppo elevate e questa comporta ulteriori problemi con l'acqua che cade che si precipita a valle rapidamente, contribuendo ad aumentare il livello dei fiumi. Ancora caldo ieri sul resto della Penisola ma Palermo non ha più raggiunto i 36°C di venerdì e anzi stamattina si é svegliata sotto la pioggia con soli 23°C. Il tempo dovrebbe concedere una pausa di riflessione soleggiata e mite fino a giovedì sera: due colonne d'Ercole su Portogallo e Russia ci proteggeranno da assalti immediati, ma nulla potranno contro il nuovo affondo della depressione d'Islanda da venerdì in poi, con la situazione che sembra ripetersi in fotocopia. Il punto debole resta sempre l'Europa centrale. Anche oggi MeteoLive sarà sul campo in compagnia del suo attivissimo forum per informarvi minuto per minuto sulla situazione, in modo da fornire un aiuto alla collettività in questi momenti così difficili per il nostro Nord-Ovest.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.51: A32 Torino-Bardonecchia

coda rallentamento

Code per 2 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Circonvallazione Oulx (Km. 6..…

h 22.34: A52 Tangenziale Nord Di Milano

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Milano e Svincolo SP44 Milano-Meda..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum