Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE in Valpadana: ecco le mappe ESCLUSIVE che la mostrano tra lunedì 11 e martedì 12!

Prime proiezioni nevose per quasi tutto il nord sino in pianura tra la notte su lunedì e martedì mattina. L'attendibilità è bassa ma è importante capire come i modelli ad area limitata "reagiscono" alle emissioni dei modelli globali.

Prima pagina - 5 Dicembre 2017, ore 15.42

Il freddo che è previsto riversarsi tra nord e centro Italia nella giornata di sabato 8 dicembre è giudicato dai modelli globali decisamente importante, con l'isoterma dei -6°C ad abbracciare mediamente la quota dei 1500m e qualche emissione che si spinge anche al di sotto di tale valore.

Si tratterebbe di aria molto secca ma fredda di origine artica marittima, in grado di favorire la costruzione di un importante cuscino di aria fredda, esteso a tutta la Valpadana, eccezion fatta forse per la Romagna.

L'arrivo quasi immediato, tra la serata di domenica e la mattinata di lunedì di un intenso fronte atlantico, andrebbe a raffreddare ulteriormente sino a saturazione quello strato freddo e secco al nord e così porterebbe nevicate generose sino in pianura su tutto il catino padano e per qualche ora su gran parte della Liguria e le coste venete e friulane, ma secondo il nostro modello non sulla Romagna, investita da un richiamo di correnti più miti a tutte le quote.

Le precipitazioni si esaurirebbero nel corso della mattinata di lunedì ad ovest, nel corso del pomeriggio anche sul resto della Valpadana.

Nelle prime ore nevicate potrebbero verificarsi a quote molto basse anche sulla Toscana, specie su Garfagnana e Lunigiana, così come nevicherebbe copiosamente sui rilievi emiliani sino al Bolognese.

Nel complesso fenomeni nevosi piuttosto abbondanti sono attesi anche su due distinti settori alpini: la Valle d'Aosta e le fascia prealpina del Triveneto, specie sul settore Carnico.

Dopo una breve pausa, già dalla tarda nottata di martedì giungerebbe una nuova perturbazione, che questa volta troverebbe assai assottigliato il cuscino di aria fredda presente e solo tra Piemonte, Valle d'Aosta ed ovest Lombardia riuscirebbe a determinare ancora qualche nevicata in pianura, prima di un passaggio a pioggia.

Perché l'attendibilità risulta ancora bassa: (lo scriviamo in rosso perché poi qualcuno
fraintende)

1 perché la distanza temporale fa si che le termiche vengano ancora in parte sottostimate, in altre parole l'aria fredda in arrivo potrebbe essere meno fredda di quanto si prevede.

2 perché le correnti in quota potrebbero NON virare bene a SSW, in questo caso i fronti colpirebbero essenzialmente le zone alpine e i versanti esteri delle Alpi, rovinando gradualmente il cuscino freddo senza aver provocato precipitazioni degne di nota.

3 perché il fronte in arrivo lunedì potrebbe rallentare entrando con molto ritardo e favorendo afflussi umidi prefrontali in grado di rovinare il cuscino freddo, oppure non entrare affatto.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.53: A4 Milano-Brescia

rallentamento

Traffico rallentato causa rallentamenti per curiosi nel tratto compreso tra Capriate (Km. 162,7) e..…

h 18.52: A4 Milano-Brescia

coda

Code a tratti causa incontro sportivo nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Mila..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum