Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nel fine settimana migliora al sud e in Adriatico, bello altrove, nebbie permettendo

Preoccupazione per il nuovo peggioramento atteso dai primi di dicembre, che risulta comunque ancora in forse. La configurazione è comunque tale da poter determinare nuovi forti piogge autunnali su gran parte del Paese, specie al nord. Attese anche nevicate sulle Alpi, ma a quote inizialmente un po' elevate. L'inverno vero resterà ancora latitante per un po'.

Prima pagina - 25 Novembre 2011, ore 08.10

PERSISTENZA: alcuni modelli, quasi per forza d'inerzia, seguitano a disegnare stamani scenari già visti. Anticicloni che fanno muro per l'ennesima volta e determinano situazioni alluvionali sul nostro Paese, giacchè costringono le perturbazioni a rallentare sino a scaricare molti millimetri di pioggia sulle stesse zone. Insomma si sposa l'ipotesi della persistenza, che già 3 alluvioni ha provocato in un solo mese. Una situazione preoccupante, che andrà seguita passo passo.

NEVICATE: insieme alle piogge, per i primi di dicembre sulle Alpi è attesa la neve che, se le carte venissero confermate, da domenica 4 dicembre potrebbe cadere mediamente anche sotto i 1500m, specie nelle vallate alpine superiori. Non si tratterà comunque di un'ondata di maltempo invernale ma dalle caratteristiche autunnali.

MALTEMPO in Adriatico e al SUD: la situazione va fortunatamente migliorando. I fenomeni più intensi sul settore jonico si verificheranno soprattutto in mare aperto, anche se ancora per oggi non mancheranno forti rovesci su rilievi e fascia costiera calabrese, lucana, pugliese, molisana ed abruzzese. Qualche fenomeno è atteso anche nel sud della Sardegna.

BEL TEMPO: lo ritroveremo al nord e sulle regioni centrali tirreniche ma con possibili formazioni nebbiose locali nel primo mattino. 

ANTICICLONE: resisterà sino a lunedì, assicurando tempo buono per gran parte del fine settimana, giacchè anche al sud e in Adriatico è atteso un miglioramento. 

CAMBIAMENTO: da lunedì una depressione proveniente dalla Tunisia tenderà a coinvolgere la Sardegna, favorendo una nuova accentuazione dell'instabilità. Nel frattempo dall'Atlantico una saccatura affonderà sull'ovest del Continente e lentamente si porterà verso levante, pur ostacolata dalla presenza dell'anticiclone. Ne deriverà una nuova situazione di maltempo a partire dal nord e dalle regioni centrali tirreniche entro il 2-3 dicembre, sempre che la saccatura non finisca per evolvere in un minimo chiuso sulla Spagna senza avanzare verso l'Italia. Un'ipotesi però che al momento ci sentiamo di scartare.  


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum