Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La stagione 2006-2007 è salita sul podio degli inverni neri a tener compagnia al biennio 88-89 e 89-90

Ogni volta che accade qualcosa di eccezionale sbilanciato verso il caldo i serristi agitano lo spettro della desertificazione, della completa fusione dei ghiacci, delle malattie, della carestia, della fine del turismo mediterraneo, e chi dissente viene oscurato o ridicolizzato. I numerosi articoli che troverete oggi su MeteoLive vi aiuteranno a comprendere meglio la situazione.

Prima pagina - 8 Gennaio 2007, ore 07.53

ECCEZIONALITA' DELLA SITUAZIONE: nessuno nega che l'Europa stia vivendo un lungo ed anomalo periodo dal clima mite, che si trascina ormai da ottobre, così come ci siamo stupiti della quasi totale mancanza di uragani nell'area del Golfo del Messico, nonostante la presenza del Nino ci aiuti almeno in parte a comprenderne la ragione, nessuno nega che il clima stia cambiando come del resto avviene da sempre, il Mediterraneo ha vissuto e sopportato temperature e situazioni climatiche, molto più calde di quella attuale e i suoi abitanti, animali compresi, hanno mostrato straordinarie capacità di adattamento. Dunque perchè flagellarci così? Ne riparleremo oggi su MeteoLive.it. SITUAZIONE: un treno di perturbazioni scorre alle latitudini dell'Europa centrale spingendo aria umida da ovest anche lungo le nostre regioni tirreniche e sul settentrione. Inoltre si è scavata una piccola saccatura tra il mar Ligure e l'alto Tirreno che accentua il richiamo di correnti meridionali favorendo piogge o piovaschi sparsi. EVOLUZIONE: nei prossimi giorni gradualmente un cuneo anticiclonico africano tenderà ad interessare maggiormente il nostro Paese facendo scivolare ulteriormente oltralpe le perturbazioni e rendendo il tempo sempre più stabile sul nostro Paese fino a regalarci un week-end decisamente primaverile in quota e soprattutto sulle coste del centro-sud, la nebbia invece potrebbe tornare a farsi viva in Valpadana e nelle valli interne del centro. PROSSIMA SETTIMANA: dal 17 possibile abbassamento fino alle basse latitudini di una vasta e profonda saccatura centrata sulle Isole Britanniche con conseguente peggioramento del tempo al nord e sul centro Italia ma ancora con temperature superiori alla media. Le eventuali nevicate avverranno sempre a quote medio-alte sulle Alpi. ULTIMA DECADE DEL MESE: situazione ancora tutta da decifrare ma poche speranze di rivevedere un inverno vero per l'Europa. PREVISIONI OGGI Tempo uggioso al settentrione con piovaschi sparsi, specie tra Liguria e Lombardia, tendenza ad attenuazione dei fenomeni entro sera. Sulle Alpi occidentali qualche nevicata, specie sulle zone di confine, a quote superiori ai 1500-1700m. Al centro molte nubi lungo le regioni tirreniche, piogge soprattutto in Toscana, maggiori schiarite lungo il versante adriatico. Al sud nuvoloso lungo i versanti tirrenici e parzialmente nuvoloso sulla Sicilia ed il versante adriatico con alcune schiarite. Basso il rischio di pioggia. Temperature sempre miti per la stagione. Venti occidentali, temporaneamente meridionali a bassa quota.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum